Arte Fiera arriva alla sua 41esima edizione in una versione rinnovata, con la nuova direzione affidata ad Angela Vettese, ma confermando la propria identità di fiera d’arte italiana maggiormente consolidata e ricca di storia.

 

La prima novità è la nuova veste grafica, che punta a mettere in evidenza ciò che da sempre contraddistingue il fare artistico: da un lato la natura nelle sue molteplici forme, dall’altro la capacità umana di circoscriverla e ripensarla, accettandone con flessibilità mentale anche i lati più perturbanti. Il progetto grafico è di Andrea Lancellotti dello Studio Lancellotti.

 

Layout rinnovato per Arte Fiera 2017 che si sviluppa in due grandi padiglioni del quartiere fieristico di Bologna in cui si articola la proposta delle 153 gallerie espositrici.

Nello specifico le sezioni previste saranno: Main Section, dedicata all’arte moderna e contemporanea, Solo Show, con progetti dedicati a un unico artista, Nueva Vista, a cura di Simone Frangi che proporrà una piccola selezione di nuove proposte, Fotografia, curata da Angela Vettese e la nuova sezione Special Projects, a cura di Chiara Vecchiarelli, che porterà la performance in fiera, al MAMbo e nei musei scientifici della città con una serie di artist lectures, opere in forma di conferenza, lezione e visita guidata.

 

Anche per il 2017 Art City Bologna, organizzato in collaborazione con il Comune di Bologna, animerà i musei e gli spazi istituzionali della città con eventi e mostre.

Giunto alla sua quinta edizione, innova la propria formula progettuale con la nuova sezione Art City Polis, sostenuta e proposta da Arte Fiera con il coordinamento della Istituzione Bologna Musei.

Il culmine arriverà infine con Art City White Nightsabato 28 gennaio, la notte in cui la città, con i suoi musei, le gallerie, i negozi, i palazzi storici, le piazze e le vie, si apre agli appassionati dell’arte fino alla mezzanotte.