MMA Projects firma una lussuosa residenza a Pearl Jumeirah Island, Dubai. Un volume scultoreo giocato su volumi a doppia altezza e riflessi di luce

Il valore dell’ospitalità e della socialità sono distintivi della cultura araba. Il rito di radunarsi, caratteristico delle tribù beduine del deserto, avviene in uno spazio ben definito, detto majlis. Uno spazio all’aperto, una tenda, un giardino, un ambiente dedicato all’interno di una architettura. È il luogo che simboleggia il valore dello scambio interculturale e del dialogo. Uno spazio per valorizzare lo spirito comunitario, rafforzare le dinamiche di interazione, i sentimenti e le esperienze collettive, promuovendo la diversità. In armonia con la natura.

Convivialità arabian style

In questa architettura disposta su quattro livelli, realizzata da MMA Projects, il grande open-space a piano terra affacciato sul mare si articola come un majlis. A caratterizzare lo spazio è la presenza di grandi vetrate che, oltre a garantire un ambiente luminoso, permettono l'estensione alla zona outdoor con accesso diretto al mare. E’ questo il cuore pulsante dell’abitazione aperto verso tutte le altre aree di rappresentanza.

Leggi anche: Villa AZ a Palm Jumeirah - Dubai

Marmo, legno, cuoio e ottone spazzolato in cucina

Sullo stesso piano, un secondo living, un dining e la cucina a doppia altezza in cui gioca un ruolo chiave l’isola in marmo Fior di Bosco, lunga 10 metri, alla quale si accorda una lastra in legno Noce Canaletto per il tavolo a buffet. A contrasto visivo, il lampadario in cinghie di cuoio con lampade di cristallo a led leggero e aerodinamico, mentre l’imponente parallelepipedo poggia, a pavimento, su geometriche lastre in marmo. Marmo, legno, ottone spazzolato creano un gioco cromatico avvolgente. Sempre a piano terra, anche due eleganti guest suite con bagno privato.

Privacy familiare

Una scala a sbalzo permette l’accesso al primo piano, riservato alla privacy familiare: camera padronale, quattro junior suite affacciate su una lunga terrazza. Al roof top, due zone living interne e un grande terrazzo coperto con angolo bbq. Al piano interrato, spazi riservati allo staff, aree tecniche e adibite ad attività di svago per la famiglia, come cinema room e cigar lounge.

Grandi vetrate per la luce naturale

A caratterizzare  l’architettura, la presenza di grandi vetrate che garantiscono un ambiente luminoso e permettono agli spazi indoor di aprirsi verso il mare, il giardino, la piscina, l’area sport e relax con un campo da padel e zone lounge.

Continuum orizzontale e verticale

Un concept che tende quindi alla massimizzazione dell’apertura degli spazi interni, creando un continuum orizzontale e verticale nel contesto dell’architettura. Le partizioni interne, oltre a definire la planimetria, sottolineano la verticalità dell’architettura, progettata e realizzata su misura.

I rivestimenti esterni

All’esterno, l’architettura è rivestita in Limra, pietra bianca di origine turca trattata con diverse finiture, tra la zona bassa dell’edificio e la parte superiore. La parte inferiore è lavorata con un motivo geometrico in bassorilievo, mentre la superficie della quota superiore ha una finitura più delicata con motivo tessuto. Per il fit out di tutta la residenza sono state volutamente selezionate diverse lavorazioni della texture della pietra: da curvature tipiche del bamboo a ricami del tessuto, fino alla plasticità del plissè.

Domina il bianco

La lussuosa residenza accoglie chi entra con una elegante parete in Arabescato Orobico, pietra decorativa vivace e preziosa. La porta d’ingresso, alta ben nove metri, è realizzata con finiture in bronzo e un rivestimento esterno in legno ingegnerizzato. E poi Basalto Grigio e pavimentazioni in grandi lastre di ceramica color bianco opaco. Il bianco è il colore che domina l’architettura esterna, mentre l’interior mixa tonalità tenui e chiare di grigio e verde, in contrasto con i toni più caldi del legno.

Interior design: un’architettura in vetro, marmo e legno

Tra i rivestimenti interni, dominano marmo Fior di Bosco grigio e marmo Verde Antigua in contrasto con legno Noce Canaletto a rivestimento delle boiserie. L’equilibrato mix dei due marmi è percepibile osservando la parete decorativa che funge da quinta alla scala con struttura in acciaio e gradini a sbalzo rivestiti in ottone bronzato e pietra. Il parapetto in vetro consente la vista tra zona formale e piano superiore. Un gioco di materiali che coesistono in uno scenografico movimento di luci e ombre dato dalle lame verticali della parete a tutta l'altezza.

Una scala sinuosa e scenografici lampadari

Altro elemento iconico dell’architettura, la sinuosa scala in marmo Fior di Bosco, scultorea, in pietra curvata, valorizzata da una tecnica di modellazione eseguita a mano. Spazi ampi a doppia altezza e grandi vetrate garantiscono la luminosità naturale, accompagnati da scenografici lampadari, tra cui un importante chandelier in madreperla nel living principale e altri esemplari in cristallo nelle aree living secondarie.

Giochi di luce e ombre

La luce naturale che entra dalle vetrate garantisce giochi di luce e ombre nel salone principale, con effetti luminosi riflessi sulla parete della scala, sottolineando il motivo a “lame” di pietra che decorano la parete ripreso in altre aree dell’abitazione. Un sistema domotico all’avanguardia permette di gestire ogni zona della casa in tutte le sue funzioni.

Foto di Natelee Cocks