Un progetto che nasce da una riflessione su luminosità e fluidità di movimento all’interno di un appartamento milanese dalla peculiare forma semicircolare

Continua, fluida e luminosa, un’abitazione dalla peculiare forma a semicerchio è scandita da una serie di grandi serramenti che accolgono nicchie confortevoli. Funzionali e dinamiche, le soluzioni allestitive e al contempo distributive che caratterizzano e ottimizzano l’appartamento di 70 mq situato in via Nievo a Milano nascono dall’accurato progetto di ristrutturazione e interior design curato dallo studio Zarcola Architetti con l’architetto Filippo Minora.

La casa è stato riconfigurata in base alle esigenze di una sola persona, una regista, che già lo abitava. Tra le richieste principali i flussi fluidi di passaggio tra gli ambienti e le agevolazioni di movimento in caso di difficolta motorie, oltre alla luminosità degli spazi.

Il progetto permeabile e fruibile

Edoardo Giancola e Federico Zarattini di Zarcola Architetti hanno ideato una casa facilmente permeabile sfruttando la forma preesistente a semicerchio. Eliminando le partizioni interne e posizionando tutte le aree di servizio verso la parte in ombra dellappartamento hanno creato un unico spazio continuo luminoso. Inoltre i passaggi sono stati pensati per garantire una fruizione agevole: sono studiati per essere percorsi in più direzioni con moti circolatori e senza cambi di quota.

Una libreria continua definisce gli ambienti di una casa fluida e luminosa

Cardini del progetto sono dunque i flussi fluidi e agevoli di movimento all’interno di una pianta libera che permette di vivere gli spazi senza la necessità di divisioni murarie, bensì sfruttando la particolare forma a semicerchio dell’edificio. Una libreria continua in legno, che racchiude (e cela) al suo interno le aree di servizio, diventa infatti il dispositivo spaziale distributivo che configura e ottimizza il layout dell’intera abitazione, separando il grande e luminoso ambiente principale da cucina, sala tv, cabina armadio e bagno, dotato di doppio accesso per garantire una fruibilità circolare.

Le soluzioni allestitive e distributive ideate ad hoc

A disegnare e dividere gli spazi, una libreria continua in legno tinto di blu, interrotta da grandi bucature strombate che permettono comunicazione e passaggi tra le aree di servizio e l’ambiente principale che comprende zona pranzo, living allestito con divani, sedute e una scrivania, oltre alla camera da letto.

Il blocco servizi è un volume contenitivo dotato di nicchie, configurato come una wunderkammer che custodisce libri, sculture, oggetti e ricordi affettivi.

La sala tv si trova in una posizione centrale ma protetta all’interno della libreria; all’occorrenza può essere trasformata in stanza degli ospiti.

Unica stanza divisa da vere e proprie pareti dal resto della casa, il bagno è anche unarea di passaggio a si può accedere sia dall’ingresso/disimpegno che dalla zona notte.

La scansione di grandi finestre con nicchie allestite

La forma semicircolare dell’edifico crea una rigorosa ed elegante ripetizione di grandi finestre che si sviluppa lungo tutta la configurazione geometriche dell’appartamento. Innestati in profondi muri portanti, i serramenti a tutta altezza creano nicchie accoglienti e funzionali: come fossero altre stanze intime e raccolte, sono allestite con panche per il tavolo da pranzo, divani per la conversazione, scrivanie e portaoggetti. Ogni finestra, pur essendo uguale alle altre, risponde così a una funzione specifica all’interno di un unico ambiente.

Le mutazioni mimetiche dello studio Zarcola Architetti

Fondato da Edoardo Giancola e Federico Zarattini, Zarcola è un giovane e dinamico studio di architettura con sede a Milano e sui Monti Lessini, in Veneto, che lavora in modo sapiente sulla relazione tra preesistenze storiche e interventi contemporanei a restituire mutazioni mimetichenate da approfondite ricerche sui diversi metodi costruttivi.

Le peculiarità progettuali, urbane e rurali

Durante gli anni di studio Federico ed Edoardo hanno incrociato le loro esperienze formative e professionali condividendo pratica e direzione progettuale per poi dare vita a Zarcola Architetti. La particolarità dello studio è quella di spaziare la propria ricerca lavorando in due contesti differenti: quello urbano milanese e quello rurale.