Linee sinuose e sofisticate scolpite da materiali naturali grezzi ed evocativi per la boutique di moda Cris Barros, progettata da Carolina Maluhy a Belo Horizonte

Un viaggio materico e sensoriale, luminoso e minimale: un percorso fuori dal tempo e dalla frenesia.

A Belo Horizonte, in Brasile, la boutique di moda Cris Barros, frutto della fusione creativa tutta brasiliana tra la fashion designer fondatrice del brand e lo studio di architettura Carolina Maluhy + Partners, con sede a San Paolo e Londra, è uno spazio sofisticato e stratificato, delineato da linee sinuose e sofisticate, pennellate in tonalità naturali, realizzato con materiali naturali e puntellato da sculture e pezzi di artigianato locale.

Leggi anche: Casa Pelusi progettata da Carolina Maluhy a San Paolo del Brasile 

Quattro ambienti evanescenti puntellati da rimandi tropicali

La nuova boutique, estesa su 400 mq, si compone di quattro ambienti luminosi e ariosi, collegati tra loro da portali evanescenti, impreziositi da piante tropicali. Gli spazi, permeati da giochi di luci e ombre, invitano a rallentare e intraprendere un percorso sensoriale fatto di silenzio, senza interferenze disturbanti provenienti dal mondo esterno.

Tra specchi dacqua e alberi di sambuco

Allingresso, una piscina biologica dagli echeggianti effetti sonori catapulta sulla riva di fiume, mentre rami di maestosi alberi di sambuco, recuperati dallartista, artigiano e designer Pedro Petry, donano un tocco selvatico allatmosfera.

 

Sedute sinuose e morbide come muschio tra opere dartigianato

Provengono dagli specchi dacqua naturali i ciottoli che compongono le nicchie per accessori e calzature della seconda sala, dove una sinuosa seduta rivestita di velluto verde rimanda alle pietre ricoperte di calce o muschio. Il tappeto, nelle stesse tonalità del verde, ne segue ed enfatizza le forme morbide, in dialogo con le sculture curvilinee create dallatelier di design Frida Não Late e i totem ‘ondulati’, realizzati nei toni del bianco sporco e del legno e coronati dai gioielli firmati da Cris Barros.

 

La luce naturale fluisce copiosa

Il soffitto alto 5 metri e le pareti rifinite con polvere di pietra nei toni sabbia moltiplicano la luce che fluisce copiosa dalle ampie cupole installate sul tetto e che si riflette sugli appendiabiti stondati in ottone spazzolato. A dominare gli spazi una scultorea scala a chiocciola bianca.

 

Spazi intimi e invitanti accesi da pezzi grezzi e selvatici

Raggiunta la penultima stanza, celata da una grande tenda, la frenesia del mondo esterno è un lontano ricordo. Qui, il morbido tappeto e le tende drappeggiate in lino nei toni naturali del sabbia infondono una sensazione di intimità che culmina con linvitante divano lungo 7 metri. A illuminare gli spazi la luce calda e avvolgente emanata dalle lampade a sospensione dalle forme smarginate ad evocare le nuvole disegnate da Adriana Yazbek. La boutique termina con una grande sala allestita con unenorme panca in legno grezzo che precede i camerini.