Primavera, tempo di alleggerire la scenografia domestica. Dai tessili ai complementi di arredo, senza dimenticare le scelte cromatiche, ecco come effettuare una felice transizione alla casa della bella stagione

Improvvisamente è scoppiato il caldo ed ecco che tappeti e tendaggi coprenti e pesanti, coperte di lana e piumini voluminosi si sono trasformati in elementi di troppo.

Capita, con i passaggi di stagione, di sentirsi improvvisamente pervasi dal desiderio di rinnovare gli spazi domestici.

E quando esplode la primavera, il primo pensiero è solo uno: alleggerire l'interior, portando in scena tessuti peso piuma, favorendo un piacevole senso di ariosità nelle stanze e, anche, sostituendo i colori profondi e dark con nuance chiare e luminose, trasudanti spensieratezza. Passiamo subito all'atto pratico.

L'ABC per alleggerire la casa in primavera

Addio inverno, benvenuta primavera. Il fattore coziness deve ovviamente restare un perno negli spazi domestici, ma durante la bella stagione l'intimità domestica si gioca tutta sul binomio (vincente) di tessuti e colori light.

Per prima cosa si consiglia di portare in tintoria tappeti di lana, tendaggi e copriletti pesanti, oltre ovviamente al corredo di plaid e piumini, facendosi ri-consegnare il tutto lavato e profumato, possibilmente in pratico formato sottovuoto, per uno storage ultra funzionale.

A questo punto potrete introdurre negli spazi domestici tendaggi sottili in cotone o misto cotone e viscosa, di quelli che lasciano filtrare dolcemente la luce del sole, consentendo la visione di quel che accade all’esterno, creando al contempo una bolla di privacy.

Con il bianco (panna, avorio, latte) non si sbaglia mai, ma funzionano molto bene in questa stagione anche le sfumature di azzurro, verde menta e lilla.

Colori soft del buonumore, che non sottraggono alle stanze la splendida luminosità tipica della primavera. A patto di non esagerare con il matchy-matchy, funziona sempre la scelta di coordinare i colori dei vari elementi tessili, ad esempio scegliendo le stesse nuance per tende e tappeti o tende e copriletti/copridivani.

A proposito di tappeti, al posto di quelli caldi e spessi dell'inverno, godetevi l'effetto beach house che le pratiche stuoie in fibre naturali, ad esempio di juta e cocco, regalano, invitando a camminare a piedi scalzi e anticipando la prova spiaggia.

Aggiornamenti di stile

Non siamo così folli da dirvi di sostituire i mobili solo perché è primavera. Tuttavia alcuni update a livello di decorazione degli interni possono fare la differenza. Potete, per esempio, sostituire l'intero set di piatti, bicchieri e tovaglie, scegliendo accessori per la tavola di chiara ispirazione primaverile, ad esempio con pattern floreali, in stile giungla o in morbidi colori pastello.

Ottima l'idea di rinnovare i vari complementi d'arredo, dalle federe dei cuscini in salotto agli asciugamani nella zona toilette, sempre affidandosi alla coppia vincente tessuti light e colori chiari.

La primavera rappresenta inoltre la stagione perfetta per dedicarsi a una salutare operazione di decluttering. Un tempo lo si chiamava repulisti, ma il concetto è sempre lo stesso: sbarazzarsi del superfluo, sgombrando le stanze da ciò che è ridondante e, banalmente, da ciò che soffoca gli spazi e non vi piace più. Regalate quel che è ancora in buono stato, portate in discarica quel che è oggettivamente da rottamare.