Inside Out 2 è al cinema e per i fan più appassionati AirBnb ha messo a disposizione la location-quartier generale del film d'animazione, per una notte all'insegna delle emozioni

Da quando è uscito al cinema (il 19 giugno 2024 nelle sale italiane e il 14 in quelle americane), Inside Out 2 ha registrato un numero d'incassi che parrebbe scrivere un nuovo record come il miglior esordio di sempre, per un film d'animazione nel nostro Paese.

Emozioni come personaggi, il ricongiungimento con Riley - allora piccola protagonista ormai adolescente - e un set coloratissimo sono solo alcuni degli ingredienti che hanno reso attesissimo il sequel del fortunato primo capitolo, Inside Out (2015).

E proprio l'ambientazione è diventata location per una notte da sogno: per i fortunati che hanno prenotato in tempo (è già sold out!), AirBnb ha messo a disposizione una settimana di 15 soggiorni gratuiti, aperti al pubblico dal 1 al 16 luglio 2024, per alloggiare nel Quartier Generale delle emozioni di Inside Out 2. 

La location, che rientra tra le proposte della categoria Icone del colosso degli affitti brevi, tra le quali rientrano anche la casa di Up (2009, Pixar e Disney)  una notte al Museo Ferrari di Maranello, per citarne alcune, permette a chi ha prenotato di trascorrere del tempo con Joy, l'emozione protagonista di Inside Out, e con lei di sbizzarrirsi a testare emozioni ed esperienze illustrate nel film.

Un esempio? Schiacciare i bottoni della Consolle Generale o creare la propria sfera della memoria ispirandosi alle pareti monocromatiche del Quartier Generale. O, ancora, addormentarsi nella camera da letto che preferite: celeste e gioiosa o rilassante e calmante.

Il set di Inside Out 2: c'è anche Burano

L'ambientazione del film è quella tipica della casa di produzione americana: colori brillanti e linee plastiche ma verosimili contribuiscono alla narrazione, diventando parte attiva della trama. Il Quartier Generale delle emozioni vive di luci e ai visitatori AirBnb propone ambientazioni che strizzano l'occhio agli anni '70-'80, tra morbidezze e geometrie, con accenni di design che coinvolgono complementi ed elementi d'arredo (tra le altre, appare anche una Nessino di Artemide, in foto).

Un tributo alle tinte-icona di quegli anni, oggi di nuovo apprezzate per i progetti di interior design contemporanei, e che si riflette anche nella scelta della Disney e Pixar di coinvolgere l'iconica coloratissima Burano per una campagna promozionale formato città.

Nei giorni scorsi, infatti, a Burano sono apparse alcune installazioni-emozione, opere site-specific realizzate con gli artigiani locali attraverso l'utilizzo di materiali riciclati, che hanno allestito le abitazioni dell'isola con rappresentazioni grafiche a tutta altezza.

Inside Out 2, perchè tutti ne parlano

Con questo secondo capitolo, la Pixar propone un'immersione completa nella fase adolescenziale della protagonista Riley, che avevamo incontrato bambina nel primo appuntamento del 2015, e con lei le sue emozioni. Alle già conosciute Gioia, Paura, Tristezza, Rabbia, Gusto, si aggiungono ora e sempre sotto forma di personaggi animati, le new entry Ansia, Imbarazzo, Ennui e Invidia: insomma, una vera e propria lavatrice delle emozioni, esattamente come si presenta l'adolescenza.

Interessante, è anche il fatto che la Pixar, con la regista di Inside Out Kesley Mann, abbiano coinvolto una task force di teenager per rappresentare in modo puntuale e non approssimativo, né tantomeno inverosimile o patinato, la dimensione emotiva e ambientale degli adolescenti di oggi. 13 giovani ragazze, provenienti da diverse località degli Stati Uniti, avrebbero co-progettato il film, contribuendo a plasmare la trama e gli svolgimenti secondo quanto di più realistico potesse rappresentare.