Da dimora a picco sul mare progettata da Le Corbusier ad albego prestigioso, l’Hotel Punta Tragara di Capri ha mantenuto la struttura stratificata e terrazzata rinnovando la veste dei suoi interni

Ville abbarbicate sulle rocce, mare blu cobalto, vegetazione mediterranea selvatica e inebriante, pergolati di limoni e sole a picco, luci radenti e ombre refrigeranti. E lo spettacolo aspro dei Faraglioni, il fascino raccolto di Marina Piccola, il profilo della Costiera Amalfitana.

Siamo a Capri, nello storico Hotel Punta Tragara che negli anni ha saputo trasformarsi senza tradire la sua anima, firmata Le Corbusier. La storica dimora a strapiombo sul mare negli anni ha rinnovato e rinfrescato il suo interior design. Ultimo intervento, ad alto tasso di decorazione, è la nuova suite con terrazza panoramica arredata e personalizzata da Etro Home Interiors.

Da Le Corbusier ai conti Manfredi

Le Corbusier la immaginò come un luogo magico, un rifugio, dove “si mettono al riparo il corpo, il cuore e il pensiero”. A distanza di quasi un secolo la “stracasa” voluta dall’ingegnere lombardo Emilio Errico Vismara a picco sul mare di Capri con vista sui faraglioni, si arricchisce di nuove suggestioni sotto i conti Manfredi, che nel 1973 ne fanno l’Hotel Punta Tragara per diventare negli anni a seguire un hotel cinque stelle Lusso, oggi affiliato a Small Luxury Hotels of the World.

L’eclettica strategia compositiva di Giorgia Dennerlein

La dimora storica è ora diventata parte della Manfredi Fine Hotel Collection. Nel 2019 l’intervento creativo dell’architetto Giorgia Dennerlein di Loto Ad Project ha avuto la capacità di cucire i volumi di questa straordinaria opera architettonica seguendo i suggerimenti’ del paesaggio circostante. Negli spazi interni, i grandi ritagli di luce amplificano gli spazi e accentuano colori e arredi. L’anima antica della villa sposa e confluisce nel contemporaneo attraverso una ragionata ed eclettica strategia compositiva. Oggi i ricercati ambienti dell’albergo accostano pezzi d’antiquariato a elementi di design e opere d’arte moderna.

La storia

Tornando indietro nel tempo, l’Hotel Punta Tragara nasce come incantevole dimora a picco sul mare con vista sui Faraglioni. È il 1920 quando l’ingegnere lombardo Emilio Errico Vismara sceglie Punta Tragara per costruire la sua villa. Affida il progetto al giovane architetto Charles-Édouard Jeanneret-Gris, meglio conosciuto come Le Corbusier, che nel 1937 su Domus lo descrive come “una fioritura architettonica, un’emanazione della roccia, una filiazione dell’isola, un fenomeno vegetale, quasi un lichene cresciuto sul fianco di Capri”.

La “Stracasa”

La “Stracasa” dell’ingegnere, come lui stesso la chiama, prende forma vita quasi fosse parte integrante della quinta naturalistica che la accoglie e la eleva, fino in alto, nel punto dove domina su tutto, sulla roccia, sulla vegetazione, sulla distesa blu cobalto del mare. Negli anni Punta Tragara cambia anima e destinazione, da villa privata diventa quartier generale del Comando Americano durante la Seconda Guerra Mondiale e accoglie ospiti illustri come Winston Churchill e Dwight D. Eisenhower, fino a quando nel 1968 viene acquistata dal Conte Manfredi e in seguito trasformata in lussuoso hotel.

Uno stile di casa

Lo ‘stile di casa’ che distingue l’hotel deriva dalla famiglia Manfredi e significa eleganza senza tempo. Uno stile sofisticato che nasce dalla capacità di percepire la naturale vocazione dell’isola e interpretarla con personalità e professionalità secondo la migliore tradizione e sotto l’occhio vigile di Goffredo e Leonardo Manfredi Ceglia. Nella villa in cui un tempo il Conte e la Contessa Manfredi trascorrevano piacevoli estati in compagnia di famiglia, amici e personaggi della vita mondana internazionale oggi si riconosce la più autentica ospitalità italiana, o meglio, caprese.

La nuova Pegaso Etro Suite

Sospesa tra mare e cielo e incastonata in questa architettura dalla storia affascinante, la nuova Pegaso Etro Suite è uno spazio capace di valorizzare, con lo stile inconfondibile degli arredi Etro Home Interiors, la raffinatezza di un contesto speciale, marittimo e roccioso, caprese e al tempo stesso internazionale.

 

Immersa nel bianco e azzurro di Capri, che si fondono con la stanza grazie alla terrazza panoramica e alle ampie finestre, la suite firmata Etro regala un’atmosfera intima, confortevole e rilassata. Le cromie fresche e delicate degli arredi, abbinate all’intenso grigio vulcanico del pavimento e al bianco caprese delle pareti, esaltano l’incredibile vista e infondono una sensazione di riservatezza e accoglienza.

Scenografico e simbolico, l’Albero della Vita dipinto sulle pareti accoglie gli ospiti e li avvolge nel suo abbraccio mistico. L’area notte è dominata dall’imponente letto Bombay, la cui testata, arricchita da borchie decorative, funge da separé con la zona guardaroba, uno spazio realizzato su misura e completamente accessoriato Etro; anche gli arredi della collezione Etro Home Interiors che allestiscono gli altri ambienti della suite sono customizzati.

Anche la terrazza panoramica della suite è allestita con la collezione outdoor Etro Home Interiors, una linea di arredi da esterno che riprende i codici stilistici del brand.

43 camere e suite dai nomi isolani

Ad accomunare le altre 43 camere e suite, tutte diverse l’una dall’altra, è la vista stupefacente sul panorama che si apre e corre dalla rigogliosa natura caprese fino ai colori intesi del mare. La bellezza del paesaggio ritorna anche nei nomi delle suite, dedicate agli emblemi dell’isola: Certosa, Monacone, Art Suite, Tragara e Faraglione, senza dimenticare la lussuosa Pentahouse.

Alta ristorazione

In un hotel simbolo del bienvivre contemporaneo non poteva mancare un progetto di ristorazione dedicato all’alta cucina come quello di Le Monzù, guidato dell’Executive Chef Luigi Lionetti e insignito della prestigiosa stella Michelin. A due passi dalla Piazzetta di Capri, il ristorante stellato Mammà completa l’offerta gourmet di Punta Tragara.

Un micromondo fortemente identitario

L’Hotel Punta Tragara dispone inoltre di due scenografiche piscine e di un esclusivo Gin Club & American bar Monzù. Wellness area, Gili Beauty & Spa e Hair Saloon rappresentano l’ennesimo segno distintivo del micromondo firmato Punta Tragara, inteso sia come destinazione turistica privilegiata sia come luogo fortemente rappresentativo di un’isola vocata da sempre al benessere.

 

Sotto, i bozzetti ritrovati di Le Corbusier sugli studi relativi alla progettazione di Villa Punta Tragara a Capri.