Riapre per la stagione invernale l’hotel Le Massif progettato da Andrea Auletta a Courmayeur, impreziosito da uno chalet direttamente sulle piste da sci

Lintensità naturale, maestosa e avvolgente delle montagne pervade gli ambienti imponenti ma accoglienti di Le Massif, il resort del gruppo Italian Hospitality Collection a Courmayeur, progettato dall’architetto Andrea Auletta e realizzato da Concreta, che riapre per la stagione invernale 2022-2023 con alcune novità.

A partire dal nuovo General Manager Eduardo Peregrino, proseguendo con la proposta gastronomica del nuovo chef Francesco Colantonio fino a Ski&Fi, il programma creato specificatamente per rispondere alle esigenze degli ospiti più sportivi: combina una dieta bilanciata a trattamenti spa studiati per consentire il recupero della forma fisica dopo intense giornate di sci.

Leggi anche: Fonteverde, resort termale di IHC a San Casciano dei Bagni

Unestensione naturale della montagna 

Le Massif emerge dalla natura, in dialogo con le Alpi che si stagliano alle sue spalle. Il resort è dentro la montagna e la montagna è dentro al resort, nelle sue forme monumentali ma anche nei più piccoli dettagli.

L’hotel Le Massif – affiliato The Leading Hotels of the World – si trova vicino alla funivia e alle boutique del centro, mentre lo chalet La Loge du Massif, che si affaccia sullo scenario solenne di Plan Checrouit, è direttamente sulle piste da sci. 

Leggi anche: il Conrad Chia Laguna Sardinia, gestito da IHC

Hotel e chalet, resort e spa ai piedi del Monte Bianco

Progettato dall’architetto Andrea Auletta e realizzato dallinterior contractor valtellinese Concreta a pochi passi da Courmayeur, ai piedi del Monte Bianco, fonde il calore del legno e della tradizione alpina con dotazioni contemporanee e un’accoglienza tipicamente italiana.

Tradizione alpina e stile contemporaneo

Linterior design da un lato richiama gli stilemi alpini con tappeti e tessuti disegnati ad hoc per riprendere i decori dei tipici maglioni montani, dall’altro si ispira a uno stile contemporaneo dall’eleganza ricercata ma sobria, mentre la luce degli spazi cambia come cambiano le giornate e come cambia la montagna.

Il legno e i campanacci delle mucche

Protagonista di tutti gli ambienti il legno di larice che muta a seconda delle stagioni, enfatizzato da arredi, complementi e accessori in ferro, in acciaio Corten a taglio laser oppure in pelle invecchiata e da rivestimenti e dettagli in tessuto tartan o in morbido velluto.

I campanacci delle mucche, invece, sono l’inspirazione del design di alcune lampade a parete e dei pattern della moquette nei corridoi.

Un rifugio domestico foderato di legno

Lhotel, che si sviluppa su 8 piani, dispone di 80 tra camere e suite

A pervadere gli ambienti la sensazione avvolgente di essere a casa, in una sorta di rifugio. La luce soffusa riscalda e valorizza ogni stanza dove arredi e accessori artigianali, realizzati in materiali naturali e tonalità calde, donano unatmosfera intima e riservata.

Ovunque c’è il legno: se i pavimenti sono in lastroni di legno non trattato, il legno antico di recupero riveste le pareti. 

Le suite mansardate

Nelle suite mansardate, dove l’aria profuma di larice e abete e ogni dettaglio parla di artigianalità, ampie terrazze regalano viste panoramiche sul Monte Bianco.

Ogni suite, ognuna delle quali è dedicata a un noto alpinista, si distingue per la cura sartoriale, che prosegue senza soluzione di continuità anche nei bagni, pensati come mini spa. Si presentano infatti come vere e proprie oasi di benessere che richiamano le forme irregolari e ruvide delle rocce di montagna.

Le facciate distintive e la spa

Per le imponenti e distintive facciate esterne dell’edificio, l’effetto legno è ricreato attraverso lamiere speciali in zinco titanio, la pietra è invece utilizzata per la pavimentazione degli spazi comuni al piano terra.

La spa, che si estende su un’area di 800 mq, comprende una piscina riscaldata che prosegue verso l’esterno e una palestra.

Tre ristoranti guidati dal nuovo Executive Chef

A Francesco Colantonio, nuovo Executive Chef di Le Massif è affidata l’intera proposta gastronomica dell’hotel che comprende il ristorante gourmet LM38, con piatti di montagna rivisitati in chiave contemporanea, z Chetìf, con gustose pietanze che richiamano la tradizione italiana e mediterranea di terra e di mare e la Steakhouse Cervo Rosso per gli amanti della carne.

Attenzione all’ambiente e servizi luxury

Tutto all’interno dell’hotel 5 stelle rievoca la natura circostante, anche e soprattutto dal punto di vista dell’efficienza energetica: a un impianto di riscaldamento totalmente green se ne aggiunge infatti uno fotovoltaico.

Coniugando l’attenzione all’ambiente a comfort e servizi luxury, Le Massif  del gruppo IHC è stato inserito nel network Leading Hotels of the World.