Posto al settimo piano di un tradizionale edificio norvegese, questo ampio appartamento dalle linee pulite è caratterizzato da una finestrata a cupola dalle porzioni triangolari che lasciano entrare una potente ondata di luce quotidiana

La luminosa finestra a forma di triangolo è l'aspetto che cattura l'attenzione, appena posato lo sguardo su questa residenza norvegese.

Oltre a essere immediatamente identificativo del tipo di abitazione e a lasciar trapelare molto della località in cui si trova, l'apertura triangolare prosegue in una struttura a cupola che apre infinite possibilità alla luce naturale di filtrare nell'appartamento.

In un continuo gioco di linee e ombre, l'attico HG-31 progettato dallo studio di architettura ucraino IK-architects nel cuore di Oslo è, così, assimilabile alle aggraziate e complesse silhouette di un gioiello prezioso.

Il team di architetti ha lavorato insieme con Predio per sviluppare il progetto di ristrutturazione, dando vita a uno spazio funzionale e accogliente su due livelli: il piano inferiore dell'appartamento è suddiviso in zona conviviale (con ingresso e area cucina-soggiorno) e zona privata (con due camere da letto e un bagno). Sempre al primo piano, si trova un soppalco che funge da zona relax completo di terrazza all'aperto, uno spazio da vivere tutto l'anno godendo della vista sulla città e sul fiordo.

Kateryna Yarova, head of architects di IK-architects ci ha raccontato come hanno lavorato al progetto.

Qual era la richiesta principale dei proprietari di casa?

Kateryna Yarova: "Per questo appartamento ci eravamo prefissati di creare uno spazio dalla forte identità, in dialogo con la capitale norvegese al centro della quale l'abitazione è posizionata.

Poiché l'appartamento si presentava già pronto strutturalmente, senza particolari necessità di intervento, abbiamo scelto di lavorare sulla costruzione di un interno che si distinguesse un poco dal tipico stile scandinavo standard.

Per farlo, abbiamo unito anima funzionale e accogliente dell'appartamento. Due aspetti coronati dallo speciale effetto wow dell'abitazione: la finestra poligonale che abbraccia soggiorno, cucina e soppalco.

Ci interessava anche sviluppare un progetto che potesse rileggere la ristrutturazione classica degli attici di tutto il mondo, che negli ultimi tempi sembrano essere passati in secondo piano adattandosi al convenzionale".

Come avete progettato la finestra poligonale e come l'avete utilizzata per valorizzare il progetto?

Kateryna Yarova: "La realizzazione della finestra poligonale ha richiesto molto tempo: progettazione, approvazione da parte del comune, produzione e installazione, ma ne è valsa la pena. Durante la ristrutturazione, il nostro team di architetti ha modificato l'altezza del tetto e ha realizzato un lucernario.

Questa finestra si trova sopra la zona pranzo, come un asse compositivo, enfatizzando l'ospitalità, gli incontri e il comfort domestico, riempiendo la zona soggiorno di luce naturale.

Questa composizione spaziale si conclude con un'area relax al piano rialzato: qui due direzioni di osservazione della città sono collegate attraverso una finestra e una terrazza".

In quali aspetti si può definire funzionale questo appartamento?

Kateryna Yarova: "Per me, come architetto, la funzione viene sempre al primo posto. Questo progetto si avvale di molte soluzioni tecnologiche innovative: un sistema a pompa di calore per il riscaldamento dei locali, la sostituzione delle condotti di ventilazione , poiché in precedenza tutti i tubi passavano attraverso la soffitta fino al tetto.

Ora, godendo del vantaggio di una planimetria aperta, tutte i condotti sono state sostituite con altre nuove e montate secondo il nuovo layout.

Nel progetto sono state sviluppate diverse soluzioni funzionali:

  • cucina completa e installata totalmente attrezzata;
  • pianificazione ottimale di tutte le unità tecniche sostituite della casa (condotti di ventilazione, colonne montanti, etc);
  • uno spazio a misura di disabilità che consideri e includa tutte le possibili esigenze;

Secondo la legislazione norvegese, inoltre, tutti gli appartamenti devono considerare l'ergonomia per un agevole spostamento in sedia a rotelle: la presenza di un ascensore, l'ampiezza dell'ingresso e delle porte interne, uno spazio sufficiente per girarsi e un bagno senza piatto doccia.

Dovendo e volendo includere tutti questi aspetti abbiamo progettato lo spazio considerando anche un design esteticamente gradevole".

Quali materiali avete utilizzato e perché?

Kateryna Yarova: "Nonostante l'aspetto estetico ci stia molo a cuore, prestiamo altissima attenzione anche nei confronti del rispetto dell'ambiente: tutti i materiali sono stati selezionati perché dotati di adeguati eco-certificati.

Le superfici in legno scelte per gli interni donano un forte senso di intimità e comfort: per farlo, abbiamo utilizzato liste di parquet in rovere. I pannelli impiallacciati non solo delimitano l'interno ma hanno la funzione di nascondere con un pannello scorrevole il vano tecnico del bagno e la zona TV.

Per il progetto di questo appartamento abbiamo inoltre ragionato su una popolare tecnica architettonica e di design: un cubo di legno protagonista, che comprenda diversi elementi tecnici quali bagno, elettrodomestici da cucina integrati, caldaia e connessioni con tutta la casa.

Abbiamo inoltre optato per pareti dipinte in bianco neutro, in modo da massimizzare il riflesso della luce naturale e creare una piacevole palette calda che cominica armoniosamente con le sfumature del legno.

Nello specifico, abbiamo utilizzato pannelli Dinesen per il parquet, ante e pareti Lachma (azienda originaria della Repubblica Ceca) ed elettrodomestici Miele per la cucina".

Le temperature esterne rappresentano un problema, con una finestratura così ampia e avvolgente?

Kateryna Yarova: "Uno degli obiettivi del progetto era portare la massima quantità di luce naturale nello spazio interno, in primis perché la luce naturale rappresenta elemento di comfort.

Per farlo, abbiamo tenuto naturalmente conto del fatto che le temperature potessero influenzare la vivibilità degli ambienti.

Abbiamo infatti utilizzato un telaio in alluminio di alta qualità di Reynaers, con un rivestimento ad alta efficienza energetica sul vetro e gas all'interno dell'unità di vetro, che rendono confortevole la vita all'interno dell'appartamento in qualsiasi periodo dell'anno.

La ventilazione di mandata-scarico con recupero dell'aria, inoltre, mantiene una temperatura confortevole con qualsiasi condizione atmosferica.!