Come scegliere la perfetta poltrona per serate culturali a tutto comfort. Ma anche consigli per la giusta illuminazione, affinché leggere sia puro piacere

Premesso che chi ama la lettura tende a sviluppare un'invidiabile capacità di leggere in qualsiasi luogo, riuscendo a immergersi tra le pagine di un libro (o quelle di un ebook) e a mantenere viva la concentrazione anche su un bus gremito di gente.

Tuttavia, ammettiamolo, non c'è niente di più bello che godersi il piacere della lettura a fine giornata, rintanandosi in una confortevolissima poltrona, con la giusta illuminazione e la sensazione di trovarsi in una bolla di quiete, lontano da tutto e da tutti.

Leggi la rubrica LIBRI di Interni

Affinché questo idilliaco scenario si tramuti in realtà è essenziale investire in un'ottima poltrona da lettura. Ecco come scegliere la seduta a misura di book lover, ergonomica, super comoda ed esteticamente impeccabile.

La lettura, sotto il segno del comfort

Parola chiave: cozy. «La poltrona da lettura è per definizione comoda, specie considerando che quest'attività potrebbe coinvolgervi per ore e ore, facendovi perdere il senso del tempo. Fondamentale, quindi, che la seduta abbia dalla sua un design ergonomico», sottolinea l'architetto di interni Alice Truant.

«Il consiglio affinché l'acquisto si riveli un successo è, in realtà, solo uno: andate in showroom, provate a sedervi sulla poltrona che più vi piace e valutate quanto siete comodi nelle varie posizioni che potreste assumere leggendo.

Tra i parametri fondamentali da valutare troviamo le imbottiture, che dovranno risultare al contempo morbide e sostenute, e l'altezza dello schienale, in grado di offrire il giusto supporto a schiena, spalle e collo, evitando il rischio di posture scorrette (e relativi dolori cervicali).

Se amate trascorrere intere serate leggendo, sì alla combo poltrona e pouf poggiapiedi: quest'ultimo accessorio design incrementerà di molto il fattore relax, risultando utile anche per appoggiare eventuali tazze e occhiali.

In alternativa potete considerarela scelta di una poltrona reclinabile con poggiapiedi estraibile integrato, per leggere mantenendo le gambe leggermente sollevate.Quanto agli stili di tendenza, sentitevi liberi di spaziare, abbracciando l'estetica che più si confà ai vostri gusti e, soprattutto, all'ambiente domestico nel quale inserirete la poltrona da lettura.

Dallo stile mid-century a quello scandinavo, quel che conta è che guardare la vostra poltrona vi metta di buonumore. E sappiate che la cara, vecchia sedia a dondolo in vimini è tornata di moda, amatissima dai consumatori Millenial».

Luce soffusa, ma non troppo

Affinché l'esperienza di lettura serale risulti piacevole, l'illuminazione conta tanto quanto la poltrona. Sottovalutare il set di luci equivale infatti a sforzare inutilmente gli occhi, facendosi venire come minimo un mal di testa. Come ricorda l'architetto Truant, «pensando alle ore di buio, la luce ideale per leggere dovrebbe avvicinarsi il più possibile alla luce naturale, risultando quindi bianca e calda.

A seconda di dove posizionerete la vostra poltrona, abbiate cura di affiancare una piantana, una lampada da tavolo (nel caso accanto alla seduta vi sia una mensola o uno scrittoio) o un'applique.

Quel che conta è che la luce cali dall'alto, andando a illuminare con un fascio diretto le pagine del libro. Poi, certo, potrete ricreare il perfetto mood intimo e rilassante aggiungendo candele e lanterne a piacere». Non vi resta che mettere offline il cellulare e tuffarvi nel vostro libro: addio stress!