90 metri quadrati costellati di ricordi ed esperienze collezionate durante i viaggi di una vita. Questo appartamento a Courmayeur racconta l'attitudine cosmopolita di un proprietario che, per lavoro e per piacere, è solito trascorrere periodi lontani da casa

Dare forma a un nido avvolto dalle montagne, capace raccontare la convivenza tra desiderio di esplorare e volontà di mantenere forte il legame con le proprie radici. È questo il principio guida che ha condotto il lavoro del giovane duo di designer composto da Alessio Vittori e Pietro Comaschi, nella progettazione di un appartamento a Courmayeur affacciato sulle piste e abbracciato dal paesaggio naturale su tre lati.

Un luogo pronto ad accogliere la doppia inclinazione del proprietario, avvezzo al viaggio per lavoro e per passione e solito a portare con sé - a casa - ricordi e cimeli raccolti durante le esperienze collezionate: pezzi unici che diventano ora arredi parte di un panorama d'interni eclettico e variegato.

Un mix di memorie, vista montagna

Oltre all'input dato dalla personalità della committente, i progettisti hanno ragionato sulla volontà di mantenere labili i confini: l'appartamento, situato all’ultimo livello di un edificio di quattro piano di proprietà della famiglia immerso in un contesto naturale avvolgente descritto da verdi vallate e distese azzurre e bianche, dialoga con il panorama per mezzo di ampie finestre e lucernari Velux che permettono allo scenario di farsi spazio nella vita indoor, portando con sé una buona dose di luce naturale.

Gli scorci, vestiti in questo momento di un look invernale total white, offrono un contrasto di toni e temperature che si sposano perfettamente con i materiali e i colori dai toni caldi e avvolgenti scelti per arredare gli interni.

In particolare, i tessuti di rivestimento e i tendaggi - tutti realizzati da aziende e artigiani locali - riprendono le tonalità del verde, marrone e beige tipico della cartolina che fa da cornice.

Classici di design, elementi disegnati su misura e memorie lontane

L’appartamento si apre con un ingresso che conduce direttamente a una scala interna, realizzata in legno con parapetto custom-made e disegnata da Vittori e Comaschi: un pezzo su misura, che cambia volto a seconda dell'illuminazione (come mostrano le foto nella gallery qui sopra); da qui, un piccolo corridoio guida verso due aree celate da porte scorrevoli, in tinta con la parete.

Si aprono così, sulla destra, il bagno degli ospiti vestito sino ad altezza 120cm con piastrelle della collezione Masterpiece di Lea Ceramiche nel colore Piece Alpi, e corredato da sanitari Ceramica Cielo e rubinetteria di Cristina Rubinetterie; sulla sinistra, invece, una camera matrimoniale progettata per gli ospiti completa di armadio a tutta altezza disegnato su misura dai due designers e letto Flou (Nathalie).

Legno, legno, legno

Per la pavimentazione è stato scelto un parquet a moduli, composto da tre listelli leggermente diversi tra loro sia per dimensione che per variazione di colore; un ulteriore particolare custom made, anche il parquet è stato infatti disegnato dai designer e realizzato da falegnami locali, in linea con la filosofia progettuale intrapresa per l'intera casa, in cui ogni prodotto in legno è disegnato ad hoc.

Tra pezzi di design ed elementi ricorrenti nelle costruzioni di montagna, il legno nelle sue differenti declinazioni è qui protagonista assoluto: “è un materiale caldo e accogliente, ma soprattutto è un materiale vivo che rappresenterà nel tempo tutta l’evoluzione del vivere il progetto.

Il legno utilizzato per la parte architettonica è il rovere naturale, simbolo di eleganza, versatilità, resistenza e robustezza. Mentre per gli elementi di arredo come la panca e la libreria si è deciso di utilizzare il noce locale del papà del cliente per avere un ulteriore richiamo alla tradizione della zona” spiegano i designer.

Vista Courmayeur, in prima fila

La natura è protagonista assoluta nella zona living, dove due vetrate a tutta altezza aprono la vista al Monte Bianco: un'ambientazione suggestiva, perfezionata dalla selezione di imbottiti e complementi che massimizzano l'idea di relax. Per i divani, i designer hanno scelto i modelli On The Rocks e Standard di Edra, mentre la lampada Moodmoon di Ingo Maurer e i punti luce custom-made di Lip Lighting (Miss) si accompagnano al camino sospeso Slimfocus di Focus.

In fondo il corridoio, un angolo studio con affaccio sui monti attraverso un abbaino composto da una scrivania e due statue provenienti dal Vietnam: a sottolinearne le caratteristiche artigianali, è il prodotto di illuminazione custom realizzato da Lip Lighting.

Infine la cucina, a vista e dotata di elettrodomestici della collezione Dolce Stilnovo di Smeg, si fonde con la libreria in un unico elemento d’arredo realizzato in legno massello con finitura laccata opaca 0% gloss verde ed essenza di noce.

Completa l'area un'elegante ma rilassata zona pranzo caratterizzata da una panca catalizzante e in perfetto stile montano disegnata dal duo di designer; il tavolo è di Rimadesio, modello Francis, mentre le sedie Koki sono di Desalto, accompagnate dalla sospensione Soffio in finitura corten di Lip Lighting.

Centrale, inoltre, la libreria a parete che conduce alla master suite principale: arredata con un letto matrimoniale Flou (Gentleman), si contraddistingue per la presenza di una parete luminosa ottenuta grazie all'applicazione di un battiscopa che fa da punto luce diffuso, anch'esso realizzato su disegno di Vittori e Comaschi.