Ispirato alla Divina Commedia di Dante, al centro del poliedrico progetto di Paola Navone per il nuovo 25hours Hotel Piazza San Paolino di Firenze c'è un'enorme cupola di vetro

C’è il mondo dantesco, tra virtù e vizi, inferno e paradiso, scaturito dall’energia immaginifica di Paola Navone nelleclettico e vitaminico progetto d’interior design del nuovo 25hours di Firenze. Situato in Piazza San Paolino, il nuovo albergo è frutto dellimponente intervento di recupero architettonico condotto dallo studio GLA - Genius Loci Architettura associato al design energico e (sempre) sorprendente, curato in ogni dettaglio dagli arredi agli oggetti fino alla tavola dalla celebre e inarrestabile designer. 

La posizione centrale ma defilata in un antico monastero

A due passi dalla stazione di Firenze, il nuovo 25hours Hotel Piazza San Paolino, il primo in Italia della catena di smart hotel pensata per il viaggiatore urbano e cosmopolita, occupa un intero isolato di Santa Maria Novella, quartiere centrale ma fuori dagli usuali itinerari turistici. Situato nel complesso lex Monte dei Pegni della Cassa di risparmio di Firenze, ha un nucleo di 66 camere ospitate nell’antico monastero annesso all’omonima chiesa di San Paolino.

Il recupero architettonico

Con un imponente intervento di recupero architettonico curato dallo studio GLA - Genius Loci Architettura, grazie al restauro accurato di alcune aree, la demolizione controllata di altre e a edifici di nuova costruzione è stata infusa negli antichi ambienti pregni di fascino una vibrante energia creativa. L’originale nucleo storico è completato da una nuova dependance che ha portato alla realizzazione di 104 ulteriori camere con balcone, oltre a un Garden Loft, un piccolo appartamento con giardino privato e piscina. Nasce così un hotel contemporaneo e cosmopolita dotato di 171 camere complessive.

Tra vizi e virtù, il mondo dantesco interpretato da Paola Navone

L’interior design dell’hotel è stato curato da Paola Navone e dal suo team. Ispirato alla Divina Commedia, il poliedrico progetto porta la firma riconoscibilissima nella sua ecletticità della nota designer, mescolata ad allusioni dantesche: scene dell’inferno e del paradiso si alternano nei diversi ambienti, comuni e privati, in modo tanto colto quanto giocoso, tra vizi e virtù.

A dominare sono il rosso dellinferno, il bianco del paradiso e il verde, quello della vegetazione rigogliosa dei giardini che punteggiano la struttura e quello declinato in numerose sfumature vivide per rivestire arredi, complementi e oggetti. In realtà, come in ogni suo progetto, i protagonisti sono i materiali e i colori, nelle tonalità ineguagliabili che solo Paola Navone sa scovare nei suoi viaggi in giro per il mondo.

Leggi anche: Food & Design, il Como Dempsey Hill ideato da Paola Navone a Singapore

Il ristorante sotto la cupola di vetro

Il cuore dell'hotel, al centro del palazzo storico, è il ristorante San Paolino posto sotto l'enorme cupola di vetro. Attorno sono disposti un rigoglioso cortile interno che abbraccia e infonde luce copiosa agli spazi interni, un classico bar Negroni e Alimentari, una tipica bottega ma anche enoteca in stile tradizionale che offre prodotti freschi del noto panificio S. Forno, oltre a una selezione di bevande e prodotti locali di qualità. Con accesso dalla piccola piazza omonima, è aperta al quartiere, ai suoi abitanti e ai turisti (enogastonomici).

Un menu (prettamente) toscano

Il ristorante San Paolino propone una cucina italiana moderna, con ispirazione proveniente da molte regioni italiane, anche se ovviamente la Toscana gioca un ruolo speciale nel menu. Nella carta dei vini, gli ospiti troveranno, oltre alle etichette italiane più rinomate, un’accurata selezione di vini della Toscana scelti fra cantine che si distinguono per la grande personalità e ricerca.

Design vitaminico a tavola

Mangiare sotto la scenografica cupola di vetro, la più grande in un hotel fiorentino, al centro dell'imponente palazzo è un’esperienza immersiva, completata dall’eclettico, multietnico e vitaminico design firmato Paola Navone, declinato negli arredi e nei complementi per la tavola. Il San Paolino offre così un nuovo punto di ritrovo in centro città, ideale per ogni momento della giornata e, fino a quando le temperature lo consentono, l’area pranzo si estende nel giardino della corte interna.

Dalla buchetta del vino’ alla bottega alimentare

Al 25hours Hotel Piazza San Paolino, latmosfera è internazionale e al tempo stesso radicata nel territorio fiorentino, pregno di tradizioni (e bontà) enogastronomiche. Se il focus del Companion Bar sono i classici drink come il Negroni accompagnati da nuove interpretazioni che giocano con i sapori di stagione, attraverso la tradizionale buchetta del vino’, recuperata e restaurata nel muro del palazzo, gli avventori possono degustare un calice di vino in strada, come nel passato.