Dal talk il 17 aprile con il premio Pritzker Francis Kéré alle stanze del pensiero del regista David Lynch, gli appuntamenti e le iniziative culturali da non perdere in fiera

Con 174.457 metri quadrati espositivi e oltre 1.950 espositori da 35 Paesi, ritorna da martedì 16 a domenica 21 aprile il Salone del mobile di Milano, l’appuntamento più importante a livello mondiale per il settore design, che invita il pubblico di architetti, arredatori, rivenditori, studenti o semplici appassionati a scoprire le nuove proposte negli spazi fieristici di Rho.

LEGGI LO SPECIALE FUORISALONE DI INTERNI

Giunta alla 62esima edizione, la manifestazione diventa sempre più inclusiva e aperta ai giovani, con un biglietto ridotto a 15 euro per gli studenti, e “sempre più sostenibile”, afferma la presidente Maria Porro, “grazie alla condivisione di nuove linee guida verdi per gli allestimenti, un ulteriore passo in avanti nell’ambito della Politica di sostenibilità della manifestazione, certificata ISO20121.

Ma anche un Salone sempre più aperto alla sperimentazione. Dalle neuroscienze, applicate al redesign dei layout e dei percorsi di visita al programma culturale 2024, in grado di innescare sinestesia e cortocircuiti aperti a tutti”.

Una kermesse “people first”, che mette al centro il visitatore grazie a un lavoro di ascolto, con 1200 interviste condotte nel 2023, e l’utilizzo delle neuroscienze per misurare il livello di soddisfazione di pubblico ed espositori, migliorare e amplificare l’esperienza di visita.

Dati scientifici alla mano, dopo aver rinnovato Euroluce lo scorso anno, Lombardini22 reimmagina le biennali Eurocucina e il Salone internazionale del bagno con una nuova urbanistica dei padiglioni, con gli espositori raggruppati per affinità di contenuto e target di visitatori, una maglia espositiva pensata per risparmiare energia (fisica e di pensiero), per garantire una maggior chiarezza dei percorsi e una equilibrata visibilità e riconoscibilità per tutte le aziende.

Importanti, nel nuovo layout, le pause, per non affaticare il visitatore, con momenti diffusi di approfondimento culturale.

Salone del mobile 2024: il programma culturale diffuso tra i padiglioni

Il Salone del mobile ha messo a punto un programma culturale diffuso in diversi padiglioni per coinvolgere il visitatore lungo l’intero percorso di visita.

Gli esperimenti neuroscientifici hanno, infatti, dimostrato che spostando l’attenzione del pubblico dal susseguirsi di stand a qualcosa di diverso si aumenta del 40 per cento la capacità di ricordare.

I principali appuntamenti culturali del Salone del mobile 2024 sono:

- Interiors by David Lynch. A thinking room, nei padiglioni 5 e 7, a cura di Antonio Monda: due stanze del pensiero speculari e intime, progettate dal celebre regista dell’inconscio, colme di blu, oro, luce e silenzio, immaginate come porte simboliche da attraversare per immergersi nella manifestazione.

- All you have ever wanted to know about food design in six performances: il ricco programma di atti performativi nel cuore di Eurocucina e FTK (Technology for the kitchen), nei padiglioni 2 e 4. Esposizioni, talk e tasting experience si susseguono giorno dopo giorno in un grande palcoscenico che ospita food magazine indipendenti, artisti, designer e chef da tutto il mondo.

Sul palco saliranno: la rivista Family Style (Stati Uniti) con Sophia Roe e Studio Drift; il Linseed Journal (Gran Bretagna) con Francesca Sarti/Arabeschi di latte; The preserve journal (Austria) con Grace Gloria Denis; Magazine F (Sud Corea) con Bobby Cortez; Farta (Portogallo) con Projecto Matéria; e L’Integrale (Italia) con Tommaso Melilli e Luca Trevisani.

Alla 24esima edizione, Eurocucina, la biennale del Salone del mobile dedicata alle cucine e agli elettrodomestici da cucina, ritorna con 105 espositori, di cui 30 esteri, su 23.807 metri quadrati espositivi.

- Under the surface di Salotto.NYC Accurat, Design Group Italia ed Emiliano Ponzi, nel cuore del Salone internazionale del bagno nel padiglione 10. Un’installazione coinvolgente e avveniristica che accende i riflettori sull’importanza delle risorse idriche globali e sulla loro conservazione, indaga e riflette sull’impronta idrica della filiera dell’arredobagno, e incoraggia strategie per l’uso responsabile ed efficiente dell’acqua. Il Salone internazionale del bagno quest’anno ospita 185 espositori su 17.941 metri quadrati espositivi.

- Drafting futures. Conversations about next perspectives: al padiglione 14, sul palcoscenico dell’omonima Arena rigenerata (riutilizzando le sedute della scorsa edizione) dai Formafantasma, il programma di incontri curato da Annalisa Rosso, in cui si alternano i protagonisti dell’architettura e dei linguaggi del contemporaneo, come il premio Pritzker Francis Kéré, John Pawson, Deyan Sudjic, Jeanne Gang, Johanna Agerman Ross e Hans Ulrich Obrist. Al pomeriggio, le tavole rotonde dedicate al rapporto tra nautica e progetto, con il Salone nautico di Genova, l’uso dell’intelligenza artificiale e le novità del settore hospitality.

Il programma completo dei talk e delle tavole rotonde Drafting futures. Conversations about next perspectives.

I talk

  • Mercoledì 17 aprile, ore 11, in inglese
    Francis Kéré in conversazione con Giulia Ricci
  • Giovedì 18 aprile, ore 11, in inglese
    John Pawson in conversazione con Deyan Sudjic
  • Venerdì 19 aprile, ore 11, in inglese
    Jeanne Gang in conversazione con Johanna Agerman Ross
  • Sabato 20 aprile, ore 11, in inglese
    Maria Porro in conversazione con Hans Ulrich Obrist

Le tavole rotonde

  • Martedì 16 aprile, ore 16, in italiano
    Nautica e design: le influenze positive del made in Italy, con il Salone nautico di Genova
  • Mercoledì 17 aprile, ore 16, in inglese
    Form follows formulation: Maria Cristina Didero in conversation with Aesop
  • Giovedì 18 aprile, ore 16,30, in italiano
    Il comparto arredo, eccellenza del made in Italy: investimenti strategici e vantaggi competitivi per lo sviluppo internazionale della filiera, a cura di Intesa Sanpaolo
  • Venerdì 19 aprile, ore 16, in inglese
    New shapes of hospitality
  • Sabato 20 aprile, ore 16, in inglese
    The present and future of artificial intelligence

Altre pause culturali da non perdere in fiera:

- la Biblioteca del Salone del mobile, sempre ideata dai Formafantasma, novità di quest’anno inaugurata nell’Arena drafting futures al padiglione 14, uno spazio che raccoglie, su suggerimento dei relatori di questa e delle future edizioni della manifestazione, volumi pensati per migliorare le nostre azioni e le prospettive future.

- il Bookshop Corraini Mobile: dopo il successo dello scorso anno, accanto all’Arena Drafting futures, torna il bookshop di Corraini Edizioni, dove è possibile acquistare volumi a scelta tra un’ampia selezione di pubblicazioni internazionali di oltre 110 editori dedicate al mondo del design, dell’arte e dell’illustrazione, con un focus quest’anno anche sul tema del cibo e del food design. In vendita anche libri per bambini, per avvicinare i più piccoli al progetto in modo divertente e originale, manifesti, grafiche in tiratura limitata, ceramiche, piccoli oggetti d'arte e pezzi unici, curiosità e rarità.

Oltre alle novità in fatto d’arredo, che avvisteremo e selezioneremo per voi nei prossimi giorni, da non perdere al Salone del mobile 2024:

- Il SaloneSatellite, nei padiglioni 5 e 7, la vetrina per i talenti under 35, ideata nel 1998 e voluta fortemente da Marva Griffin, che festeggia quest’anno le 25 edizioni e raduna, intorno al tema Connecting design since 1998, 600 giovani partecipanti da 32 Paesi e 22 scuole di design da 13 nazioni. Oltre al premio SaloneSatellite Award per il miglior talento, assegnato come da tradizione dalla giuria capitanata da Paola Antonelli mercoledì 17 aprile alle ore 15 (nell’arena del SaloneSatellite al padiglione 7), da non perdere due tavole rotonde sempre nel padiglione 7: il 18 aprile alle ore 15 l’incontro con alcuni creativi lanciati da Marva Griffin e oggi star del design, cioè Rodolfo Agrella, Pedro Franco, Sebastian Herkner, Patrick Jouin, Francesca Lanzavecchia, Zhang Lei / Pinwu, Francesco Librizzi, Daniel Rybakken e Nao Tamura.

La seconda tavola rotonda, venerdì 19 aprile, ore 15, è un colloquio tra Nasir Kassamali, co-fondatore di Luminaire, e Tony Chambers sulle migliori pratiche per presentare, comunicare e vendere il design. Mentre venerdì 19 alle ore 16,30 il match di table tennis in cui i designer che hanno partecipato al SaloneSatellite lo scorso anno sfidano quelli di quest’anno.

L’atmosfera adrenalinica e fresca del SaloneSatellite travalica i confini della fiera e contagia Milano, con la mostra celebrativa in TriennaleUniverso Satellite. 25 anni di SaloneSatellite” dal 16 al 28 aprile, (a ingresso libero), curata da Beppe Finessi con la supervisione di Marva Griffin, allestimento di Ricardo Bello Dias - che ha curato tutti gli allestimenti del SaloneSatellite dall’ormai mitica edizione del 1998 - con Hariadna Pinate e progetto grafico di studio òbelo.

Sempre in città:

- Il Design Kiosk, la nuova edicola temporanea del Salone del mobile in Piazza della Scala, aperta fino al 21 aprile dalle ore 10 alle 19, gestita da Corraini Edizioni, co-ideata con Interbrand su progetto di DWA-Design Studio. Un chiosco - facilmente smontabile e in materiali sostenibili - in cui Piero Lissoni, Stefano Boeri, Parasite2.0, Cino Zucchi e Luca Nichetto nella veste di edicolanti per un giorno consigliano una selezione di pubblicazioni e progetti editoriali a loro cari, tra novità, libri usati da collezione, riviste di design e lifestyle e volumi del Salone del mobile.

Informazioni utili

Salone del Mobile di Milano, 62esima edizione
Dove: polo fieristico di Rho
Quando: dal 16 al 21 aprile, dalle ore 9,30 alle 18,30, (ingresso stampa dalle ore 8,30 alle 18,30). Evento riservato agli operatori, con apertura al pubblico sabato 20 e domenica 21 aprile, e agli studenti da venerdì 19 a domenica 21 con ingresso ridotto a 15 euro. Maggiori informazioni qui: https://www.salonemilano.it/it/fiere-e-eventi/visitare

Il Salone del mobile 2024 si suddivide in:

  • Salone internazionale del mobile
    Salone internazionale del complemento d’arredo
    Workplace3.0 e S.Project
    Eurocucina e FTK, Technology for the kitchen
    Salone internazionale del bagno
    SaloneSatellite