Per la Design Week Cassina propone una collezione piena di novità senza perdere di vista le proprie radici. Un esempio? La sedia Zig Zag, da rivedere al sesto piano del parcheggio de La Rinascente

Animazione, novità e una spruzzata di nostalgia al Flagship store di via Durini 16 per l’edizione 2022 di #CassinaPerspective in occasione del FuoriSalone 2022 dove, a sorpresa, alcuni angoli propongono le riedizioni di pezzi classici e indimenticabili come La Leggera di Giò Ponti o i divani che letteralmente hanno fatto la storia del design.

Accanto ai pezzi storici, però, ecco la nuova collezione di Cassina. A partire da #ModularImagination, serie di moduli che possono trasformarsi in pouf, tavoli e panche, una collezione firmata da Virgili Abloh, l'artista, designer e musicista statunitense prematuramente scomparso nel 2021.

Cassina espone e celebra la collezione firmata da Virgili Abloh sotto la cupola dello store in una suggestiva installazione dominata dalla tonalità arancione che permette al pubblico di vedere da vicino i moduli composti in tutti i modi possibili.

Merito della soluzione a incastro perfetto che, per la semplicità, ricorda i mattoncini delle scatole di costruzioni per bambini.

Tutt’attorno, le nuove collaborazioni con designer e creativi come Antonio Citterio, Mikal Harrsen, Formafantasma, Linde Freya Tangelder, Michael Anastassiades, Rodolfo Dordoni, Patrick Jouin, Gaetano Pesce, Afra, Tobia Scarpa e - naturalmente - Patricia Urquiola (direttore artistico per Cassina dal 2015).

Al piano inferiore dello showroom, poi, due sedie-novità disegnate da Matteo Thun e Benedetto Fasciana.

La prima si chiama Bixia ed è una sedia impilabile in legno, nata soprattutto pensando alle esigenze dei locali pubblici. La seconda invece è Tubius, un modello pensato per l’outdoor, in acciaio verniciato a polveri e - quindi - perfettamente riciclabile.

Infine, ma non meno importante: una sorpresa. Usciti dallo store vale la pena di raggiungere il sesto piano del vicino parcheggio de La. Rinascente dove Cassina e l’hub culturale milanese One Block Down rendono omaggio alla Zig Zag, l’iconica sedia disegnata nel 1943 dall’olandese Gerrit T. Rietveld, attraverso una suggestiva e coloratissima piramide formata da 30 sedie.

Un’installazione che emoziona e supera i confini tra arte, design, curatela e architettura.