Roberto Bolle inaugurerà il Primo Camerino del TAM Teatro Arcimboldi Milano riprogettato dallo studio Calvi Ceschia Viganò Associati, punta di diamante del progetto Vietato l’ingresso: lo abbiamo visitato in anteprima (sarà aperto durante il FuoriSalone)

Al progetto Vietato l’ingresso un anno fa hanno aderito diciassette studi di progettazione che hanno adottato uno dei camerini del Teatro degli Arcimboldi riformulandone l'interior design.

Lo scorso settembre, il pubblico della Milano Design Week ha potuto visitare e poi votare il camerino preferito, decretando vincitore il progetto Diorama, dello studio Calvi Ceschia Viganò Associati, che ha quindi ottenuto l’incarico di riprogettazione de “Il Primo Camerino”.

Commenta l'architetto Andrea Viganò: "Il camerino è in genere un ambiente di risulta, non certo una priorità nella progettazione di un teatro. Questa volta è addirittura di fianco al palcoscenico. Abbiamo voluto creare un luogo dall'atmosfera domestica, perché non è solo uno spazio in cui l'artista di veste e si trucca, ma anche dove si concentra e dunque deve trovare un contesto armonioso. Il camerino, di 50 metri quadrati, si distingue in una parte pubblica, dove l'artista riceve i visitatori, e una più privata. Si tratta di un vero e proprio microcosmo colorato".

Il restyling gode della consulenza artistica di Arturo Brachetti e la collaborazione di oltre venti prestigiosi brand di interior design, tra cui Cassina, Living Divani, Gebrüder Thonet Vienna, Lualdi, Alpi, Nemo, Caimi, Smeg, Hitachi Cooling & Heating.

Geberit ha riformulato l'intero ambiente bagno.

Giorgio Castiglioni, Direttore Generale Geberit Marketing e Distribuzione, incontrato alla presentazione di anteprima di Primo Camerino, commenta: "questo progetto per noi rappresenta una doppia opportunità: da un lato l'occasione di fornire un importante contributo progettuale e costruttivo, dall'altro confermare il nostro coinvolgimento in progetti prestigiosi, testimoni di cultura. Noi lavoriamo nell'edilizia e crediamo nella valorizzazione degli oggetti e degli spazi, anche quelli destinati allo spettacol. Pur essendo un gruppo internazionale, siamo molto impegnati sul territorio italiano, per noi è un vero punto di orgoglio, tanto che molti dei prodotti installati nel Primo Camerino sono realizzati nel nostro stabilimento di Gaeta. Sono soluzioni innovative e sostenibili, che presentiamo ora sul mercato. Questo ambiente bagno è sì uno spazio intimo, ma anche teatrale".