Ilaria Marelli firma 14 nuovi modelli per il nuovo brand Enuit21. Palazzo Visconti di Milano la scenografia ideale per la presentazione al pubblico

Gli inizi sono sempre belli. Se poi è l’inizio di un nuovo brand di letti, ancor di più. Si chiama Enuit21, nasce come nuovo marchio di Materassificio Montalese Spa, che si apre al mercato hi-end con una collezione quasi interamente disegnata da Ilaria Marelli.

“Non credevo che si potesse lavorare così velocemente", racconta la designer. “In dodici mesi siamo passati dal disegno al prodotto”. L’obiettivo però era molto chiaro e questo solitamente rende il lavoro fluido. Un prodotto artigianale in cui emerge la mano dell’artigiano. Con però una scelta cromatica e estetica molto ampia.

Da qui l’idea di una collezione ampia (sedici pezzi in tutto) di letti tessili. E una cartella colori infinita: 266 nuance diverse fra cui scegliere.

Ilaria Marelli si è impegnata a dare una forma alla morbidezza. La scelta stilistica di Enuit21 punta tutto su un concetto di relax e riposo che abbraccia anche l’idea di intimità, di calore. Una caratteristica che i letti tessili in genere condividono: il rischio quindi è di essere scontati.

Invece Ilaria Marelli sorprende. Perché l’originalità delle scelte formali si gioca su geometrie morbide ma inaspettate. Comodità, comfort, ma con un occhio alla ricerca di soluzioni estetiche brillanti. Si va dalla celebrazione del letto morbido come una mamma (Rever, Nuage) a quello dove c’è più rigore geometrico (Amouage, Paths).

Lo sviluppo del progetto però non si perde nell’ovvietà e usa ogni pretesto buono per arrivare a soluzioni affascinanti. Il progetto delle pieghe del tessuto, dei pattern delle cuciture, delle geometrie rastremate. E anche il piccolo trucco funzionale che parla di una riflessione tipologica: il letto Iris, con una testata trapuntata modellabile, che si apre e si chiude, si piega e si rimette in forma.

Sono letti maestosi quelli di Enuit21. Che nella cornice di Palazzo Visconti, dove sono stati presentati, trovano le giuste proporzioni per mostrarsi e dichiarare che il letto (matrimoniale) è un oggetto da non sottovalutare.