Vertical Chalets, di Peter Pichler Architecture realizzato da Staininger Group / Six Senses Kitzbühel Alps. Cortile d'Onore - Università degli Studi di Milano

Vertical Chalets, un progetto di Peter Pichler Architecture realizzato da Staininger Group / Six Senses Kitzbühel Alps. Chalet model maker: Antonio La Colla. Piattaforma e installazione: I.R. Servizi. Vela: Maco Technology.

Cortile d'Onore - Università degli Studi di Milano

Peter Pichler. Ph. Giorgia Benazzo

Sono cinque i Vertical Chalets che Peter Pichler Architecture presenta presso l’Università degli Studi di Milano, rappresentazioni in scala ridotta del progetto Six Senses, il nuovo concept di ospitalità che lo studio ha firmato vicino Kitzbühel, in Austria. Gli chalet in mostra sono realizzati con listelli di abete della sezione di 18 mm, incastrati e incollati fra loro, mentre pareti interne e pavimento sono in multistrato di abete. Proprio come gli originali realizzati in Austria, questi modelli sono connotati da una struttura avvolta da una seconda ‘pelle’ di listelli di legno sovrapposti, appositamente sviluppata per filtrare la luce all’interno degli spazi abitativi e assicurare la privacy. Come spesso accade per le opere firmate da Pichler, anche questo lavoro trae ispirazione dall’architettura vernacolare locale reinterpretata in chiave contemporanea. Le unità abitative di Six Senses sono raggiungibili sia da una scala esterna sia da un ascensore in vetro collegato direttamente alla camera. Gli chalet permettono agli ospiti di vivere, tra le cime degli alberi, un’esperienza spaziale nella natura.