LAD Project di Emilio Randazzo. Sottoportico Cortile d’Onore - Università degli Studi di Milano

LAD Project di Emilio Randazzo.

Sottoportico Cortile d’Onore - Università degli Studi di Milano

Emilio Randazzo.

La bellezza dei luoghi destinati ai bambini affetti da malattia oncologica diventa parte essenziale della cura. Questo il messaggio dell’installazione LAD Project di Emilio Randazzo: un racconto multimediale coinvolgente che si srotola come una pellicola, composta da quattro schermi che proiettano video alternati a tre immagini montate su pannelli in forex, posti su semplici cavalletti che ricordano quelli di un fotografo. Come un grande rullino, fotogramma dopo fotogramma, l’installazione, lunga 10 metri, illustra i diversi aspetti dell’‘architettura che cura: arte, psicologia e design uniti in un ‘grande abbraccio’ per sostenere i piccoli pazienti insieme alle loro famiglie. Protagonista è WonderLAD, la casa-laboratorio basata sul potere lenitivo e stimolante dell’arte, realizzata a Catania secondo i principi della bioarchitettura grazie a “connessioni creative” che hanno coinvolto gran parte del tessuto sociale.