Nello spazio della Pelota, in Brera, per il Fuorisalone 2021 Hermès propone un magico percorso alla scoperta della sua nuova collezione casa

Una poltroncina in microfibre di carta, un candido feltro di cachemire con fili dorati, un centrotavola in foglio di rame smaltato. Hermès torna alla Pelota in via Palermo, spazio postmoderno nel cuore di Brera, per proporre al pubblico le sue nuove collezioni per la casa che, dopo i mesi di lockdown, sono un ritorno alla concretezza, alla fisicità della materia.

Per farlo sceglie una raffinata installazione multisensoriale, con dieci (elegantissimi) stand decorati a mano da giovani scenografi del Teatro La Scala e un magico sottofondo sonoro creato ad hoc dal compositore e artista del suono messicano Manuel Roca Iturbide (insieme ad Antonio Fernandez Ros e Rogelio Sosa). 

La nuova collezione di Hermès, dunque, è tutta da scoprire e da ascoltare, tra suoni, luci e oggetti come le sedie di cartapesta realizzate da artigiani leccesi,  le candide tovaglie intrecciate con fili d'oro e i tavoli in pietra cesellata. Oggetti che lasciano intravedere il lavoro minuzioso dell’artigiano, l’impronta della mano, la consistenza di un materiale grezzo e naturale. 

Tra le novità della collezione, la poltrona Sillage, una seduta dalla forma organica e dalle dimensioni generose, che ci ripropone una relazione intima con la materia.

Disegnata dai designer di Studio Mumbai, Sillage è realizzata in legno rivestito da un innovativo composto in microfibre di cellulosa e verniciata e dipinta a mano, una linea dopo l’altra. 

Una vera vera prodezza tecnica  è il centrotavola Sialk, con l’inconfondibile monogramma di Hermès.

Un oggetto semplicissimo dalla lunga genesi perché nasce a partire da un foglio di rame poi tinto con smalti applicati a stencil che richiedono diversi tempi di posa e differenti cotture, fino a raggiungere una grande ricchezza di texture e di contrasti cromatici giocati sulla fusione dei pigmenti e la grezza evidenza della materia.

La collezione è visitabile, su prenotazione, fino al 10 settembre. Iscrizione obbligatoria qui