designindex

CUCINELLA MARIO ARCHITECTS srl

MCA 2019-09-02 SEDE
Mario Cunella Arch - Scuola d' infanzia a Guastalla
MCA 2019-09-02 SEDE
Slider 4
Mario Cunella Arch - Scuola d' infanzia a Guastalla
MCA 2019-09-02 SEDE

Via F. Flora 6
40129 BOLOGNA
t. 0516313381 | f. 0516313316

mca@mcarchitects.it
www.mcarchitects.it

Lo Studio, fondato nel 1992 a Parigi e successivamente nel 1999 a Bologna, si avvale di un team internazionale composto da novanta collaboratori e possiede una solida esperienza nella progettazione architettonica che integra strategie ambientali ed energetiche che porta avanti le ricerche sui temi della sostenibilità secondo un approccio olistico.

Tra i progetti realizzati più significativi vi sono la nuova sede dell’ARPAE Agenzia Regionale per l’Ambiente e l’Energia a Ferrara, gli Headquarters COIMA a Milano, il Nido d’Infanzia a Guastalla (RE), oltre a due edifici pubblici in Cina (il Sino Italian Ecological Building a Pechino e il Centre for Sustainable Energy Technologies per l’Università di Notthingam a Nigbo).

MC A lavora attualmente su grandi progetti in fase di realizzazione, a Milano il Museo Etrusco Fondazione Rovati, la nuova Torre sede della Unipol Assicurazioni, il nuovo Polo chirurgico e delle urgenze dell’Ospedale San Raffaele e la Città della Salute, polo ospedaliero e di ricerca; ad Aosta è in fase di ultimazione la nuova Università della Valle d’Aosta, mentre è in fase di costruzione il nuovo Rettorato dell’Università di RomaTre, a Roma. Fuori Italia, tra i progetti principali troviamo due edifici Mixed-use in Albania, le due torri Viertel Zwei ad uso residenziale e uffici a Vienna, e la sede ARPT, l’ufficio governativo algerino, ad Algeri.

Grazie all’impegno del Premio Nobel per la Pace Betty Williams e alla sua Fondazione Città della Pace, a Scanzano Ionico (Basilicata) è stato portato avanti un progetto per la realizzazione di una serie di abitazioni per famiglie di rifugiati con bambini, che attualmente è in fase di ultimazione.

Tutti i progetti hanno in comune un’attenzione all’integrazione tecnologica con le strategie ambientali e climatiche per realizzare edifici che possano ridurre il loro impatto ambientale da un lato, e avere un impatto sociale positivo grazie a una maggiore partecipazione e condivisione pubblica dei processi di progettazione e di trasformazione urbana, dall’altro.

8000 indirizzi
del design italiano