Architetture e geometrie, neobarocco e metafisica, giochi di luci e cromie. La nuova collezione Project di Zambaiti Contract, nata dal dialogo creativo con cinque progettisti, propone carte da parati decorative realizzabili su misura e modulati su diversi supporti, naturali e su tessuto

La nuova collezione Project del brand Zambaiti Contract avvia il nuovo percorso progettuale e produttivo di Zambaiti Parati, realtà bergamasca di riferimento nel settore dei rivestimenti murali, orientato alla customizzazione con l’obiettivo di proporre prodotti decorativi creati su misura e modulati su vari tipologie di supporto, naturali e su tessuto.

Risultato di una costante ricerca tecnologica e creativa, in collaborazione con noti studi di architettura e designer, Zambaiti Contract si propone come partner ideale per sviluppare un prodotto personalizzato di alta gamma, oltre ad orientarsi concretamente in una direzione sostenibile, sia nelle varie fasi di produzione sia nel ciclo di vita del prodotto.

La collezione Project nasce da un’idea di Zambaiti CreativeLab, il centro di ricerca e sviluppo dell’ufficio stile aziendale, che ha lavorato in costante dialogo creativo con gli architetti Eleonora Sassoli, Gianluigi Landoni, Emanuele Svetti, Andrea Auletta e Roberto Semprini: ognuno ha interpretano in modo personale, attraverso uno stile immediatamente leggibile, alcune delle correnti artistiche italiane più rappresentative.

 

Ne è nata una ricca raccolta di illustrazioni che al pregio decorativo abbina il risultato di ricerche tecnologiche all’avanguardia relative ai nuovi supporti di stampa introdotti proprio per questa collezione. È stata sviluppata una stampa di qualità premium per essere prodotta su misura, sia per il settore contract che residenziale, sia in misure standard che ridimensionabile in base alle esigenze. La collezione Project propone così un sistema sostenibile tailor made, dal telo singolo al pannello digitale completo.

La collezione Project propone quattro supporti di alta qualità – Pareti Vive, Waterproof, Acustic e Protection– che offrono livelli prestazionali elevati per adattarsi a ogni esigenza progettuale.

Completamente naturale, Pareti Vive è realizzato per stampa rotocalco e digitale e può essere applicato a diversi ambienti della casa ad esclusione di quelli umidi. Rivestimento tecnico a base di fibra di vetro, in grado di decorare e impermeabilizzare le superfici murarie, Waterproof è ideale per bagni, box doccia, centri benessere e spa. Acustic è invece un supporto sviluppato per ridurre l’impatto acustico grazie a un lieve spessore creato dalla combinazione tra membrana fonoassorbente e tessuto. Protection, infine, è certificato per la resistenza al fuoco, il trattamento antibatterico e la resistenza a urti e abrasioni. Risulta inoltre piacevole al tatto, grazie all’effetto a rilievo generato dal processo di goffratura che riproduce una trama tessile.

Dal forte impatto scenico, la collezione di carte da parati Project, declinata nelle diverse correnti artistiche italiane e nei personali codici stilistici dei progettisti coinvolti, propone architetture e geometrie, neobarocco e metafisica, giochi di luce e colore che arredano e animano ogni tipologia di ambiente, residenziale o contract, spazi comuni o dedicati all’ospitalità.

 

Eleonora Sassoli ha interpretato il tema Luce: al centro del progetto stilistico, colto e ispirato, la rivisitazione dei Macchiaioli e della loro interpretazione della natura e dei colori, in una delicata trasposizione pittorica dell'illuminazione. Per Frammenti di ClassicitàGianluigi Ladoni che ha invece manipolato e trasportato su parete grafiche, strutture e segni architettonici dei maestri dell’architettura milanese, da Giovanni Muzio e Giò Ponti, passando da Figini e Pollini fino ad Aldo Rossi.

Imponente, meraviglioso e al contempo tragico, Neo-Baroque di Roberto Semprini è un viaggio che racconta i simboli del Barocco attraverso una rilettura contemporanea, tra affreschi, interni di chiese e storiche dimore siciliane. Andrea Auletta indaga invece il Rinascimento italiano, reinterpretandone atmosfere, geometrie, percorsi cromatici e superfici nella linea E, soprattutto, sempre rinasce. Per Metafisica dell’Anima, Emanuele Svetti ha attraversato una dimensione popolata di paesaggi fiabeschi, figure mitologiche e celebrazioni del classico, immersi in una bellezza surreale che fluttua fra sogno e realtà. La collezione Forme di Zambaiti CreativeLab, infine, si distingue per i grafismi che richiamano la natura e le sue tonalità: emergono configurazioni vegetali, luci e stratificazioni.