Riveste ogni spazio di bellezza, solennità e raffinatezza. Ora Fiandre Architectural Surfaces ne esalta il gioco e la texture creando cromie e formati nuovi e rendendo la lavorazione sempre più sostenibile

Liscio, lucido, opaco, cangiante e compatto. Il gres porcellanato, ottenuto dalla pressatura di materiali diversi tra i quali argille ceramiche, caolini e feldspati, è uno dei materiali più resistenti e igienici che si conoscano. La sua resistenza gli permette di attraversare il tempo senza esserne scalfito e nel terzo millennio questa qualità fa il paio con la sostenibilità: ogni materia che assicura longevità nella sua funzionalità è sostenibile poiché risparmia le risorse del pianeta.

 

Se poi anche la produzione è pensata per abbattere le emissioni inquinanti, allora si può dire che il gres porcellanato riscopre una delle sue anime più recondite, quella green. Fiandre Architectural Surfaces, brand tra i più innovativi e testimonial del Made in Italy, ha realizzato, infatti, una produzione in impianti a zero emissioni nei quali il materiale di scarto viene inoltre reimmesso nel ciclo produttivo. Un cambiamento importante che si va ad aggiungere alle continue rivoluzioni estetiche dell’azienda, capace di modulare e anticipare sensazioni visive e tattili diverse in sintonia con lo scorrere del tempo.

 

Proprio lavorando sulla questione estetica, Fiandre Architectural Surfaces ha dato vita a una collezione che celebra la bellezza di una dei materiali più amati e raffinati, il marmo.

Riprodurre gli stessi giochi cromatici, le venature e il candore attraverso una lastra di gres porcellanato è un’arte che l'azienda ha sviluppato negli anni portandola in tutto il mondo. Ora aggiunge altri inediti accostamenti, creazioni stimolanti per chi progetta e belle per chi le vive.

Marmi Maximum si amplia con nove suggestioni marmoree dai nomi evocativi, perfetti per descrivere l’emozione che può trasmettere qualsiasi spazio, grande o piccole, se “rivestito”.

Tra queste nuove cromie emergono Bardiglio Sublime, una lavorazione che evoca atmosfere aeree con venature filiformi su un fondo grigio cielo e Breccia Mirabile con la sua sorprendente policromia che mixa il violaceo con le sfumature verdi o rosate su fondo bianco e qualche dettaglio dorato. Per un ambiente di notevole pregio il dettaglio dorato si trasforma in venature più marcate su fondo bianco avorio dando vita al colore Calacatta Dorato ricco di intrusioni e cristallizzazioni.

 

Per Cremo Superiore, invece, alla sfumatura d’avorio, delicata e sofisticata, si aggiunge una cascata evanescente di striature che toccano i toni del grigio perlaceo o del beige intenso. Lepanto Rubino si distingue per i suoi contrasti netti che affidano al reticolo di venature lattee il compito di muovere e dare profondità a un fondo bordeaux e porpora di stampo imperiale. Del colore delle profondità dell’oceano è Divine Blue, un fondo blu scuro percorso da striature bianche come la schiuma delle onde. Tra le nuance scure spiccano Majestic Onyx, dominato dal grigio antracite e attraversato da bagliori bianchi e densità dorate come un cielo in tempesta, Grand Carnico che abbina al grigio scuro leggere venature biancastre, e Nero Damascato, la nuance più ombrosa dal sapore orientale che disegna arabeschi minerali di color oro scuro su un fondo nerastro donando un senso di misteriosità a tutto l’ambiente.

 

Ogni nuova texture è versatile e ideata per rivestire pavimenti e pareti, ma anche elementi d’arredo come tavolini, porte, sedute, pensili e tutti gli elementi per il bagno, grazie a uno spessore sottile di soli 6 mm e alla pluralità di formati (formato grande lastra 300x150 cm e nei sotto formati 150x150, 150x75, 75x75, 75x37,5 cm).

 

Nove suggestioni per nove sensazioni diverse tutte da vivere. Per scoprire di più sulla collezione: www.granitifiandre.it