Sbrilluccicanti o evanescenti: sono tanti i modi di festeggiare le ricorrenze, tra cin cin e party, giochi di società in scatola e angoli appartati tutti per sé

Albero o presepe, panettone o pandoro, pranzo o cenone? Atmosfera magica, infarcita di lucine, palline e un’insopprimibile necessità di tepore e bontà o stress da cliché, retorica dei buoni sentimenti e insopportabile frenesia consumistica?

Da sempre dicembre vede fronteggiarsi gli irriducibili amanti del Natale e i contrari. Si cela tuttavia un’inesplorata terra di mezzo, ricca di sfumature, dove ognuno può trovare la situazione che lo fa sentire più a suo agio.

Tradizionali, mondane e sontuose oppure sobrie, rarefatte e sussurrate, da condividere in compagnia di giochi da tavolo o immersi nella solitudine avvolgente di un libro, spacchettando oppure brindando, le feste si possono affrontare in modi diversi: ne raccontiamo alcuni.

Leggi anche: il calore del (freddo) Natale

La tradizione dei calendari d’autore

Abbiamo vite sempre più digitali, scandite da smartphone e app che ci forniscono in tempo reale qualsiasi tipo di dato e informazione, ma alle tradizioni, quelle d’autore, non rinunciamo mai. Come quella storica del Piatto Calendario di Fornasetti che giunge alla sua cinquantacinquesima edizione. Impreziosito dal platino, l’oggetto da collezione ideato per il 2022, sia che venga appeso alle pareti come ornamento sia che arricchisca la tavola come addobbo festivo, dona il consueto, riconoscibilissimo tocco sofisticato e al tempo stesso onirico all’ambiente che lo ospita.

Leggi anche: l'essenza del Natale

Regali su regali, arte, meraviglia e sontuosità

Scatole su scatole, rivestite da carte scintillanti e impreziosite da fiocchi e nastri, i regali di Natale fanno sfoggio sotto lalbero, ma non solo. Quando il contesto da domestico si fa prestigioso, anche i pacchetti devono essere allaltezza coordinati per stupire. Come la Meraviglia che aleggia nella campagna Holiday 2021 di Santoni, dove l’atmosfera tipica del periodo festivo è simboleggiata da Le Nozze di Bacco e Arianna, affresco settecentesco di Michelangelo Ricciolini nella splendida Sala dell’Eneide di Palazzo Buonaccorsi a Macerata. E la meraviglia si fa concreta e tangibile: il dipinto ricopre infatti anche il packaging limited edition.

Decori evanescenti, misura e sobrietà

Scintillante ma sospesa, leggera ed eterea. Sì, l’atmosfera natalizia può anche essere sobria, in sottrazione, ma non per questo meno coinvolgente. Come l’allestimento che illumina le grandi vetrine dello spazio Living Divani Gallery a Milano che, grazie a un albero trasparente distillato che pare fluttuare e a una scansione di linee verticali bianche e rosse che si stagliano contro una scenografia teatrale nero grafite, viene trasformato in una lanterna di bagliori interpretando lo spirito del Natale con misura ed eleganza sussurrata.

Leggi anche: Angelus Loci a Bolzano

Party che celebrano l’importanza di stare insieme

Per i più mondani, tornano (in parte) i party, la voglia di festeggiare, di vedersi di persona, di parlare vis a vis, di ballare insieme. Ecco allora atmosfere iridescenti, pop e pulsanti da discoteca anni Ottanta, ricordi nostalgici mai sopiti da cui ripartire, per riappropriarsi dei corpi in movimento. Anche Absolut Voices, la limited edition natalizia di Absolut Vodka, è un invito a riconnettersi gli uni agli altri per dar vita a momenti memorabili. Racchiusa in una bottiglia di vetro blu zaffiro, celebra la creatività, l’inclusività e la diversità di identità e opinione.

 

Giochi da tavolo

Immancabili per trascorrere le feste, specialmente per superare la sonnolenza postprandiale, i giochi di società non passano mai di moda e divertono a tutte le età. La tombola e il Mercante in Fiera, ma anche le accesissime partite a Scarabeo e Risiko, fanno parte delle memorie famigliari. Per i più sofisticati ci sono le grafiche raffinate dei giochi di società Casino Night e Back Gammon, entrambi prodotti da Ridley e distribuiti in Italia da Moroni Gomma.

Leggi anche: perché il libro di Ettore Sottsass è il regalo perfetto anche per chi non sa niente di design

Un angolo (di luce) apparato e ovattato

Con il susseguirsi di intense e chiassose giornate natalizie c’è chi sente la necessità di trovare un riparo dalla confusione, un angolo privato e apparato dove potersi raggomitolare e immergere nella lettura. Ecco allora Hymn, un’essenziale bugia portacandele che diventa una sorta di pendolo luminoso che oscilla e ruota, a scandire il tempo, intimo, più prezioso.

Leggi anche: libri con protagonista la casa da regalare a Natale

Se poi fuori nevica, la forma cristallina della lampada da tavolo Xtal rifrange la luce per creare un arazzo luminoso che dona una sensazione magica e al contempo ovattata. Sono entrambe lampade d’atmosfera giapponesi di Ambientec, che uniscono lavorazioni artigianali da alta gioielleria, tecnologie innovative e scienza ottica in forme poetiche, ospitate (e in vendita) da dicembre nello showroom milanese Porro Duriniquindici.

Per i più piccoli c’è il mitico Sacco (Small)...

E se i bambini alle feste degli adulti si annoiano, se sono già stanchi dei (troppi) giochi ricevuti, troppo disegnati’, impostati e ripetitivi, possono sempre sperimentare e divertirsi con l’edizione speciale della Sacco Small di Zanotta, la versione per bambini della poltrona cult progettata da Piero Gatti, Cesare Paolini e Franco Teodoro nel 1968, proposta in 3 colori inediti: turchese, viola e arancione. 

Leggi anche: le favole di Alessandra Baldereschi

... stimola la loro creatività

Il Sacco è un oggetto di design che ha la capacità di incuriosire i bambini, stimolandoli a inventare nuovi modi per sedersi, sdraiarsi e tuffarsi letteralmente in giochi di fantasia sempre nuovi. Ecco allora che può trasformarsi in una navicella spaziale, una barca o magari una soffice nuvola colorata. Dotato di una pratica sacca a tracolla in tessuto di cotone naturale, Sacco Small è anche facilmente trasportabile.

Leggi anche: crescere con il design

... e aiuta i bambini in difficoltà

Sacco Small Special Edition è anche un progetto che sostiene le attività no profit rivolte ai bambini affetti da patologie. Una parte del ricavato delle vendite sarà infatti devoluta a sostegno dei programmi di Terapia Ricreativa per i bambini malati, focalizzati sull'esperienza dellinclusione, della partecipazione e della coscienza del sé.

La magia (rotola) luminosa. Tutto lanno

Che piaccia o meno, lo spirito delle feste pervade tutti, persino quando non è Natale. Succede a Bergamo, in Città Alta. Come in una fiaba, di notte, la magia luminosa di Catellani & Smith dimostra che tutto può succedere. In un film di Giorgio Oppici, infatti, la Fil de Fer, iconica lampada in filo di alluminio intrecciato illuminata all’interno da minuscole lampadine, rotola tra le piazze, le vie, le scalette e le porte del suggestivo borgo storico per dirigersi verso Città Bassa, in via Borfuro 1, dove il brand bergamasco ha recentemente aperto il suo nuovo showroom monomarca.

Cover photo: Vassoio Brindisi di Fornasetti