Come trasformare una clausura obbligata in un momento di creatività? Con uno sguardo “lento” ma curioso e pieno di idee

Due fette di carota, un chiodo arrugginito, zenzero, pistilli di fiori e altri fantasiosi oggetti domestici compongono una curiosa galleria di ritratti, raccolti in un volume a tiratura limitata. 54+1 Portraits della designer belga Valérie Barkowski racconta piccole storie di umanità, delicate e poetiche, partendo da frammenti scovati nei cassetti o rubati dalla cucina durante il 2020, nella primavera sospesa e silenziosa di Bruxelles.

54 + 1 Portraits by Valérie Barkowski

Mama Wemba, Donna Maria, Antoine... tanti buffi personaggi che hanno cercato di offrire un po' di spensieratezza i momenti di isolamento forzato dello scorso anno e che ora sono stati stampati in un libro e in una selezione di fotografie originali acquistabili sul sito della designer. Figura visionaria e creativa Valérie Barkowski si definisce una nomade seriale, anche se “questa pandemia ha rafforzato la volontà di orientare il mio lavoro verso scelte che contribuiscano a creare un pianeta migliore. Ora sto lavorando su strade alternative che comportino meno viaggi, per ridurre al minimo il mio impatto ambientale”.

Slow per natura - molto prima che l'idea di slow living diventasse un movimento - ha sviluppato la sua attitudine alla sostenibilità e all'autenticità creando un brand legato alla tradizione artigianale locale. "Posso passare ore a guardare le mani di un artista: sono ipnotiche - ricorda la designer belga - mani che lavorano con grazia e talento le semplici materie prime, tramandando tradizioni senza tempo”.

Quando è arrivata a Marrakech nel 1996, è rimasta affascinata dalle storie di giovani spose che impreziosivano a mano i loro corredi. Da qui ha preso inizio la ricerca per ridare vita a queste tecniche antiche e sono nate le prime collezioni. Da oltre 20 anni è convinta che creare oggetti senza tempo e fatti a mano sia il modo di procedere perché creatività e sostenibilità possano convivere e completarsi.

Foto Valérie Barkowski