Un’enorme struttura avvolgente in legno lamellare a forma di albero con tanto di radici. Per il Padiglione dell’Azerbaigian, lo studio Simmetrico si è avvalso della collaborazione di Rubner Holzbau

Il Padiglione dell’Azerbaigian ad Expo 2020 Dubai è stato ideato, progettato e realizzato dallo studio Simmetrico Network che ha sviluppato anche l’experience design e la produzione dei contenuti della mostra centrale.

Il concept, Seeds for the Future, vuole sensibilizzare e rendere consapevoli i visitatori circa l’impatto delle scelte individuali di ciascuno sull’ambiente: solo investendo nel futuro oggi, si può infatti costruire un domani sostenibile.

Un’enorme struttura avvolgente a forma di albero

Lo studio Simmetrico ha ideato e progettato una grande struttura a forma di albero, sorretta da una foglia trasparente che avvolge l’intera costruzione. Ai piedi dell’albero ci sono le radici, all’interno delle quali si sviluppa uno spazio sotterraneo, e l’Agorà, un luogo accessibile dall’esterno, concepito come un piccolo giardino segreto.

Il contributo di Rubner Holzbau

Per la costruzione del Padiglione, Simmetrico si è avvalso della collaborazione di Rubner Holzbau. Parte del Gruppo Rubner, il brand dedicato alla realizzazione di grandi costruzioni in legno lamellare dalle caratteristiche innovative o particolarmente sofisticate, ha contribuito, nello specifico, nella progettazione, nella prefabbricazione e nel montaggio delle tre strutture che compongono il padiglione:

  • l’albero e i suoi elementi, che si sviluppano dal basso verso l’alto, richiamando le radici, il tronco e i rami.
  • Il palco e la parete dell’Agorà, dove hanno luogo gli eventi durante Expo.
  • la passerella pedonale che, sospesa sopra l’Agorà, costituisce l’accesso al Padiglione.

La sfida: progettare un albero nello stesso materiale di cui è composto in natura

“Lo sviluppo delle forme come ideate nel design architettonico è stata fin dal principio una sfida per il nostro ufficio tecnico” sottolinea Savvas Lithiropoulos, Project Manager di Rubner Holzbau. “L’idea di ricreare un albero in legno lamellare è quasi un paradosso: progettare la forma di un elemento principe della natura nello stesso materiale è stata un’impresa stimolante. Abbiamo anche affrontato una sfida dal punto di vista costruttivo, infatti i singoli elementi decorativi interagiscono strettamente con la struttura sottostante in acciaio”.

Da cosa è composto l’albero

L’albero, escludendo gli elementi che richiamano le radici e il tronco, è composto da tre tipologie di travi curve che durante la fase di progettazione sono state definite pinne o fins: soddisfare il raggio di curvatura dei rami e garantire la migliore resa estetica sono stati alcuni degli obiettivi di questo lavoro. Sono state impiegate lamelle da 15 mm per comporre gli elementi; ogni singolo elemento è stato ideato, calcolato e prodotto per soddisfare le richieste progettuali, per essere trasportabile dalla sede di Bressanone al cantiere dell’Expo di Dubai all’interno di container e per essere montato con precisione. Compongono questa struttura un totale di 141 archi con un raggio di curvatura minimo incollato che arriva a 3 m.

Da cosa sono composte le altre strutture

La parete dell’Agorà alle spalle del palco è composta da elementi decorativi denominati Louvers che donano l’impressione di movimento; la passerella pedonale è adornata nella parte inferiore da più di 210 elementi semicircolari con un raggio di circa 1,3 m, che compongono le “costole” della passarella; 44 travi curve di supporto laterali sono collegate alla struttura d’acciaio e si sviluppano su 2 m; completano la struttura i 6 elementi centrali con una lunghezza massima di circa 7,60 m.

Il Padiglione dell’Azerbaigian in numeri

Quantità e volumi:

  •  circa 190 metri cubi di legno lamellare abete;
  •  circa 20 metri cubi di pannello Nordpan 3s da 22 mm.

Esteso su 2.086 metri quadrati suddivisi in:

  •  circa 500 mq di superficie coperta;
  •  circa 200 mq dell’agorà ipogea dotata di tribune e palco;
  •  oltre 1.400 mq di giardini e percorsi pedonali.

 

Il contributo di Rubner Holzbau ad Expo 2020 Dubai

Oltre a quello dell’Azerbaijan, il know-how di Rubner Holzbau ha contribuito anche alla realizzazione dei padiglioni di Oman, UK e Belgio.