BGX60 propone un modo diverso di vivere la barca grazie a un nuovo layout con spazi e percorsi ripensati. Così mare e uomo instaurano un legame sempre più stretto

Lo yacht design è un ambito piuttosto tradizionale e difficilmente schemi collaudati tendono a essere sovvertiti. Non è il caso di Bluegame, brand di Sanlorenzo, che con il BGX60 ha osato nuove arditezze molto gradite dagli armatori, ai quali propone un layout innovativo e indica nuovi modi di vivere la barca. Un concetto questo molto caro all’architetto Santella, head of product strategy dell’azienda, e a Zuccon International Project, che in materia sta facendo studi approfonditi e che applica a bordo delle più recenti imbarcazioni Bluegame incluso il BGX60 e Sanlorenzo. Spazi e percorsi (già sperimentati sulla sorella maggiore il BGX70) sono stati ripensati in modo che mare e uomo abbiano un legame sempre più stretto.

Una “rivoluzione” a partire dal lowerdeck, ponte tradizionalmente deputato allo sviluppo delle cabine e alle zone di servizio, che qui invece assurge a piano nobile e si spalanca sul mare. “Il punto di forza del BGX60 è il suo layout” dice Luca Santella, architetto e velista olimpionico fautore del concept, “che crea aree particolari e vincenti in termini di vivibilità e fruibilità”. Lo yacht, infatti, ha uno scenografico salotto al quale si accede dalla grande beach area a contatto con il mare; il living a sua volta è collegato all’ampia cabina armatoriale a centro barca. In pratica questi tre gli spazi (beach-salotto-cabina) sono il fulcro della vita di bordo dell’armatore, collegati tra loro da un percorso fluido. “BGX60 è una barca “owner-centric””, dice Carla Demaria, ceo di Bluegame, “La centralità dell’armatore trova qui una delle sue massime espressioni; privacy o convivialità sono a totale discrezione dell’armatore”. Una scala interna collega il salotto del lower deck con il main deck: un open space con timoneria, cucina e una ulteriore zona living con tavolo da pranzo; mentre una seconda scala scende nella cabina ospiti posizionata a prua. All’esterno, lounge e sull’hard top una grande zona relax e sole.

“Per dare un respiro maggiore agli ambienti, considerate le dimensioni dello yacht (misura 18 metri) abbiamo proposto toni chiari e tessuti naturali, in armonia con il contesto marino oltre a materiali vetrati e specchiati che amplificano gli spazi”, precisa Bernardo Zuccon. Gran parte degli elementi d’arredo sono progettati su misura; non mancano elementi free standing là dove necessari e per ricreare l’atmosfera di casa, come il divano di Poltrona Frau nel salotto e gli elementi outdoor di Paola Lenti nelle aree esterne. Le sorprese di Bluegame non si fermano qui: BG72, novità presentata allo Yachting Festival di Cannes e al Salone Nautico di Genova, va oltre e unisce tutti agli atout di una barca open con tutti i vantaggi della gamma BGX incluso l’originale lower deck e il confortevole Flybridge, risultando così uno yacht destinato a mettere d’accordo gli amanti delle due tipologie di barche, annullando ogni compromesso.