Il progetto cucina del vivere contemporaneo, si rinnova all’insegna della convivialità e della socializzazione

La cucina è, insieme al living, sempre più dedicata a momenti di socializzazione e condivisione. Non solo area funzionale per cucinare e preparare il cibo, ma anche spazio informale e accogliente per le relazioni tra le persone. Con Motus, disegnata da Vittore Niolu, Scavolini indaga il ruolo sociale della cucina contemporanea: spazio multitasking, ritrovo per la famiglia, ambiente dedicato alla convivialità.

Emozioni, colori, finiture, inserti

“Motus integra due polarità: a un estremo troviamo emozioni, rapporto intimo con le cose, naturalità. All’estremo opposto l’inatteso: colori talvolta accesi, finiture metalliche, inserti in vetro specchiato. Questi i principi del progetto Scavolini, affiancato a uno stile elegante e discreto che permette personalizzazione e valorizzazione del proprio spazio privato”, spiega Niolu.

Flessibilità e modularità

Frutto di una ricerca sull’evoluzione dell’abitare e dell’approccio progettuale per l’ambiente cucina, Motus by Scavolini legge la contemporaneità all’insegna della personalizzazione. La flessibilità compositiva e la modularità lasciano ampia libertà creativa.

Elementi funzionali e scomponibili

“Motus è aggregabile per funzioni, scomponibile in ragione dello spazio e riconfigurabile nel tempo”, prosegue Vittore Niolu. “Singoli elementi tra loro indipendenti, capaci di assolvere autonomamente alla funzione per la quale sono stati progettati.”

Mettere in relazione gli spazi

Il living si fonde con la zona operativa della cucina, abbattendo le barriere tradizionali tra quotidianità, vita privata e lavorativa. Con il progetto Motus, Scavolini mette in relazione gli spazi in modo versatile, proponendo soluzioni pensate anche per l’home office.

Anta senza maniglia

Elemento caratterizzante di Motus by Scavolini, è l’anta senza maniglia dal movimento lineare creato dalla presa ricavata nel suo spessore nella parte superiore delle basi. Nel caso delle colonne, la presa a vista rimane solo nell’anta inferiore che consente di aprire anche quella superiore. Due le tipologie: laccata (lucida e opaca) e decorativo in diverse nuances materiche, proposte in eleganti gamme cromatiche.

Eleganza e leggerezza

Scavolini propone, inoltre, la reinterpretazione della classica anta a vetro, dove solo una fascia è realizzata con questo materiale: orizzontale per basi, verticale per colonne, con vetro specchiato. La presenza della fascia verticale dona eleganza alle armadiature e leggerezza ai volumi.

Cucina di personalità

Alla particolarità dell’anta, si aggiunge il cassetto sagomato sporgente, profondo 65 cm, posizionato sotto il piano, che esalta la personalità della cucina. Un elemento geometrico e scenografico che movimenta il progetto e ne aumenta lo spazio funzionale.

Una ricca proposta di accessori

Scavolini arricchisce le configurazioni con una ricca proposta di accessori (Serie Opus, Serie Sign e sistema Setup) in modo che ogni oggetto abbia la giusta collocazione e tutto sia sempre in ordine e a portata di mano.