Arredi e complementi di design per l’elegante struttura nel Parco Naturale Monte Corno vicino a Bolzano

Nella dinamica architetto-progetto-committente, ogni concept nasce, cresce e giunge a compimento in base a necessità ed esigenze particolari, passando attraverso un’interpretazione di natura estetica e formale. Ogni progetto è unico, come unica è la personalità del committente. Al progettista il compito di suggerire e dare forma all'idea iniziale. Alla base di questo percorso, una serie di dinamiche formali, di contenuto e funzionali determinano una sorta di gioco d’alternanza, tra richieste della committenza e soluzioni elaborate dal progettista, che si conclude con l’arrivo a un punto comune e condiviso: l'opera finita.

Un resort 5 stelle

Questo l'iter seguito dallo Studio Pichler Architects per Manna Resort, 5 stelle in località Montagna a pochi chilometri da Bolzano, alle pendici del Parco Naturale Monte Corno. Il progetto gioca su un’architettura minimale e maestosa allo stesso tempo, dove le aree relax sono arredate con pezzi firmati da Ramòn Esteve, Ludovica+Roberto Palomba, Marco Acerbis, Karim Rschid e Jean Philippe Nuel per Talenti Outdoor Living. Il brand ha dimostrato negli anni un’attenzione sempre maggiore nei confronti del mondo del design e oggi propone, con le sue collezioni, prodotti in grado di soddisfare i gusti più classici e quelli più contemporanei.

Rispetto del genius loci

Curato dall’architetto Klaus Gummerer per Studio Pichler Architects, insieme al designer Enrico Moretti di Studio Moretti Interiors, il progetto ha realizzato il desiderio della proprietaria, Maria Luisa Manna, di creare un resort unico, cosmopolita, discreto nel rapporto con il paesaggio: l’integrazione visiva e materica del costruito con il porfido nativo garantisce una continuità data anche dai tetti verdi che non interrompono la fluidità del bosco. Sviluppato in più volumi, l’hotel segue, con un profilo a terrazzamenti, l’andamento delle colline e della valle e assicura a ogni area della struttura la miglior vista possibile.

Outdoor e area Spa

Realizzato dove un tempo sorgeva una vecchia segheria, Manna Resort ha una struttura principale che ospita le originali camere tematiche: Africa, Giappone, Russia, Arabia, Lapponia, Francia, Svezia sono solo alcune delle 15 location geografiche che definiscono altrettante suite e junior suite del resort. All’esterno, affacciati sulla biopiscina, tre chalet dotati di sauna privata per una privacy assoluta. Il trait d’union tra indoor e outdoor è rappresentato dagli arredi Talenti che, per l’occasione, ha messo in campo, per l’esterno e la Spa, alcuni prodotti di punta abbinati a evergreen sempre attuali in qualsiasi ambiente e oltre ogni moda.

Un percorso sensoriale

Dal bordo piscina alle aree lounge, lungo canali dagli echi orientali fino alla Spa, ogni dettaglio è pensato per condurre l’ospite in un viaggio emozionale dove il design diventa strumento per accendere i sensi. L’alternanza di colori contribuisce a creare un ambiente dove le forti tinte rosse delle sedute Panama e Cliff o della lampada Tribal (tutto by Ludovica+Roberto Palomba) si contrappongono piacevolmente ai colori più neutri di Riviera by Jean Philippe Nuel, Frame by Ludovica+Roberto Palomba e Casilda by Ramòn Esteve e al tortora di Breez by Karim Rashid per un mix avvolgente. Non è sempre facile mixare collezioni diverse senza snaturare il progetto: per Talenti la progettazione degli spazi esterni e delle zone benessere è una vera disciplina che mette in connessione diversi fattori, senza dimenticare lo spirito del luogo con il suo heritage.

Trasparenza ed eleganza orientale nella Spa

La Spa è un invito a scoprire la filosofia orientale attraverso il benessere dello spirito. Design, superfici, cromatismi e forme avvolgenti e sinuose traducono quest’impronta orientata alla salute e al contatto benefico con la natura. E il connubio di tradizioni occidentali e orientali è raccontato dai dettagli e dagli elementi di arredo. L’iconico lettino Breez di Karim Rashid accoglie il corpo e garantisce il massimo comfort: dai massaggi ai trattamenti fino al percorso d’acqua che parte dall’albero del benessere tailandese all’ingresso e si sviluppa attraverso bagno turco, bagno mediterraneo, soft sauna, sauna finlandese, docce emozionali e cascata di ghiaccio. Breez gioca con i riflessi attraverso l’acciaio della struttura che, grazie al trattamento di nanoceramica, cataforesi e verniciatura a polvere, diventa ancora più resistente.

Experience completa

Tra gli altri arredi e complementi forniti: Kot by Karim Rashid, Moon Alu by Christian Visentin, Milo by Marco Acerbis. Con questo progetto, Talenti conferma la propria versatilità scegliendo location di prestigio in contesti naturali. Non solo mare, ma anche le cime altoatesine, con un unico comune denominatore: massima cura del dettaglio per offrire un’experience completa.