Roda esplora una nuova tipologia di prodotto: la cucina. A completamento di un catalogo che non trascura niente dell’abitare gli spazi open air

In estate si mangia all'aperto, ad ogni latitudine. E le cucine all'aperto sono parte della tradizione agreste e dei grandi pranzi open air, celebrati per festeggiare o anche solo per il godere di una convivialità esaltata dai piaceri delle temperature miti e della natura nella sua versione più bella e rigogliosa. La cucina all'aperto quindi è una risposta funzionale a una tradizione condivisa, che cambia di poco anche nelle culture più diverse.

Roda di vita all’aperto se ne occupa da sempre, ma la cucina era fino ad ora una tipologia ancora inesplorata. A partire dal mese di maggio sarà però sul mercato Norma, la prima cucina outdoor del brand. La firma è come sempre dell’art director Rodolfo Dordoni, che in questo progetto ha voluto celebrare la sua passione per il sud e per la Sicilia. A partire dal nome, che ricorda sicuramente la famosa opera di Bellini e cita un celeberrimo condimento siciliano.

Norma non è una cucina improvvisata. “Cucinare appartiene ai piaceri della vita quotidiana. Abbiamo voluto arricchire l’atmosfera che da sempre conferiamo al vivere all’aperto, attraverso linee di prodotti il più possibile complete, aggiungendo anche una cucina da esterno” spiega Rodolfo Dordoni. “Norma è un prodotto concepito con una sensibilità tutta italiana, che intende valorizzare la nostra passione per la cucina unita alla funzionalità e qualità del buon design”.

Sviluppata in collaborazione con Ilve, brand specializzato in cucine professionali per uso domestico, Norma è un insieme flessibili di piani attrezzati. L’isola freestanding ospita un lavabo in acciaio AISI 304 innestato sul top in Lapitec strutturato. Volendo è possibile aggiungere anche il frigorifero nel vano sottostante. La penisola si allunga in un piano alto sospeso pensato sia come ampliamento della zona lavoro che per ospitare i commensali.

La cucina vera e propria può essere montata anche su rotelle ed essere posizionata dove è più comodo, anche sotto al piano della penisola. Il piano cottura a tripla corona con cinque fuochi alimentati a gas accoglie, nella parte inferiore, i ripiani in doghe di larice. Una barra per appendere gli strumenti completa il setting funzionale e trasforma una collezione di arredamento outdoor in un irrinunciabile strumento per gourmet estivi e lunghe cene sotto le stelle. Le piastre in acciaio inox e i taglieri in legno che si innestano sul piano di lavoro sono gli accessori che possono completare le funzioni e aggiungere valore formale all’insieme. Le scelte cromatiche vanno dalla classica tonalità Smoke di Roda ai colori bianco latte e ruggine disponibili per le ante.

Il focus del progetto è nell’organizzazione di uno spazio al contempo flessibile, mobile e ordinato. L’ispirazione funzionale appartiene agli spazi di cottura open air, in cui ogni oggetto ha un proprio spazio pur non rinunciando a una cucina corale, da vivere insieme. Per Roda è un salto significativo in una nuova tipologia di prodotto, che completa in modo armonioso un catalogo che contiene ogni oggetto necessario alla vita outdoor.

Foto di Andrea Ferrari