Kerakoll Brera Studio si rinnova, protagonista la Color Collection in 150 tonalità

Per la Milano Design Week, Kerakoll riparte dallo spazio in via Solferino, nel cuore di Brera, completamente rinnovato, dove protagonista sarà la Color Collection in centocinquanta tonalità, la nuova gamma completa di pitture e resine decorative ecocompatibili per pavimenti e rivestimenti. Ne abbiamo parlato con Alessandro Dondi, direttore marketing e comunicazione Kerakoll Group.

“Il quartiere di Brera è una vetrina internazionale per il mondo del design, un luogo di artisti e artigiani, dove l’estetica si fonde con la funzionalità” spiega Dondi. “Kerakoll Brera Studio è una location esclusiva, affiancata ai brand più prestigiosi, che dal 2009 ci permette di avere un posto di rilievo nel panorama del design mondiale. Il nostro è uno spazio esperienziale, dove poter toccare con mano le texture materiche della nuova Color Collection ed esplorare le infinite possibilità di combinazione che i centocinquanta colori della palette offrono. Ecco perché abbiamo voluto che ad accogliere i clienti ci fosse la Color Chart a grandezza naturale, vera protagonista del rinnovamento dello showroom che nel suo minimalismo mostra come la scelta del colore e delle superfici possa dare una nuova vita agli spazi, che si tratti delle nostre case o di ambienti commerciali”.

“Esperienziale” è una parola spesso abusata nel mondo del design, che cosa vuol dire esattamente nel caso di Kerakoll Brera Studio?

“Per noi una customer experience di successo significa offrire ai nostri clienti esperienze omnicanale omogenee ed eccellenti, sia online che negli store fisici. Le persone, i nostri clienti, sono l'asset più importante per una customer experience d'eccellenza. Quello che cerchiamo di fare in tutte le nostre sedi fisiche è far vivere un'esperienza di qualità attraverso personale altamente qualificato e formato e un allestimento in grado di comunicare al meglio l’immagine del nostro brand e i suoi valori. Nel Kerakoll Brera Studio non ci sono video a supporto, nessun effetto particolare, se non i giochi di luci e ombre sulle pareti. Tutto è affidato alla parola, alla capacità di guidare e consigliare, al racconto della qualità delle nostre pitture e resine decorative eco-friendly, alle sensazioni che l’ambiente suscita e che il cliente si porta a casa”.

Il business dell’interior design va verso una progressiva digitalizzazione: in questo scenario, la scelta del colore resta un fenomeno analogico, ovvero la cartella colore viene esplorata ancora in negozio?

“Questa pandemia ci ha imposto di pensare fuori dagli schemi e di costruire storie e contenuti in grado di vivere su piattaforme diverse da quelle consolidate, superando la mancanza del contatto fisico con idee e progetti non convenzionali. Il digitale ha preso il sopravvento, ma siamo convinti che in futuro l’arma vincente sarà l’equilibrio tra quest’ultimo e il mondo fisico. Nel nostro settore, il colore e le superfici hanno bisogno della terza dimensione per stupire, emozionare, per scegliere. La scelta dei colori non può essere filtrata solo tramite uno schermo, l’esperienza diretta e sensoriale rimane un fattore importante. Quando tutto questo sarà finito, dovremo essere capaci di saper prendere il meglio del digitale ma tornare alle emozioni e al contatto umano delle relazioni fisiche, che sono il cuore del nostro fare impresa. La cornice della Milano Design Week 2021 è anche un modo per ripartire in questo senso”.

Quali sono le peculiarità della Color Collection al centro della location in Brera?

“L’unicità della nuova Color Collection sta nella possibilità di scegliere sia i colori che il tipo di finitura per personalizzare i propri ambienti, secondo i propri gusti e il proprio stile. Guardando la Color Chart, il cliente può scegliere tra centocinqunta colori sofisticati, disponibili in quindici texture materiche: dalle resine ai cementi, dai legni alle pitture dai molteplici effetti e finiture, per indoor e outdoor. Organizzati in quindici scale cromatiche verticali, le centocinquanta tonalità vanno da bianchi delicati e toni pastello a colori più scuri e dalla elevata saturazione, che ben si prestano a combinazioni armoniche. Il tutto, con uno sguardo attento alla sostenibilità e al benessere abitativo, che da sempre contraddistingue Kerakoll: tutte i colori sono formulati con pigmenti di altissima qualità combinati a oli e principi attivi naturali, per tinte visibilmente più ricche e intense, caratterizzate da profondità cromatica e impatto decorativo ineguagliabili”.