L’ultima novità del brand umbro esplora le potenzialità dell’economia circolare applicata al legno

Il legno muta forma e natura senza mai perdere la propria anima, rivelandosi attraverso due diverse tipologie di pavimentazione che promuovono una vision tra coscienza ambientale e avanguardia tecnologica. Circular, il nuovo progetto di Listone Giordano, nasce con il duplice obiettivo di applicare il concetto di economia circolare alle superfici in legno e di coniugare sostenibilità, business e design alle nuove tecnologie. E lo fa con due prodotti che interpretano le due anime della circolarità: quella più industriale, con il pavimento Graphit (in collaborazione con Alisea), e quella ispirata alla natura della collezione Terre di Vigna (in sinergia con Passoni Design).

Leggi anche: Arena Listone Giordano

Innovazione, identità, tecnologia, cultura, sostenibilità

“Per Listone Giordano la parola innovazione ha un significato ampio”, ricorda Andrea Margaritelli, brand manager di Listone Giordano. “E questo è connesso con il patrimonio identitario del marchio, che non si configura come semplice logotipo grafico titolato di sola notorietà, ma come vero e proprio testimone cui è affidato il compito di rappresentare i valori principali di un’azienda: alcuni materiali immediatamente visibili, altri intangibili, ma non per questo meno concreti e determinanti nel successo di impresa. Listone Giordano pone al centro della propria identità conoscenza e tecnologia del legno, ricerca estetica, ma, non di meno, rispetto della natura e interpretazione autentica dei migliori valori della cultura, sensibilità artistica e stile di vita italiano.”

Nuova vita alla grafite

La genesi di Graphit nasce da una domanda: come dare nuova vita a tonnellate di grafite provenienti dalle lavorazioni di impianti industriali risparmiando tempi, spazi e costi annui di smaltimento? Graphit è il parquet firmato da Listone Giordano che contribuisce al modello di economia circolare attraverso il graduale disaccoppiamento dell'attività economica dal consumo di fonti finite. Alisea - Recycled & Reused Objects Design, che dal 1994 progetta in modo esclusivo prodotti derivati dal recupero della grafite, è partner del progetto. Tutti i materiali utilizzati per la produzione degli oggetti sono trattati con processi di trasformazione innovativi, che garantiscono standard qualitativi identici alle materie vergini.

Graphit: cambio di pelle per due iconiche collezioni

Due collezioni iconiche di Listone Giordano, Slide (design Daniele Lago) e Atelier Desir, nella versione Graphit cambiano pelle con un’essenza nuova per special edition di alto livello. “La scintilla di questo progetto, condiviso tra Alisea e Listone Giordano, è scaturita da un materiale dalle caratteristiche chimico-fisiche uniche: la grafite”, spiega Susanna Martucci, founder di Alisea. “Non una grafite qualsiasi, ma quella dal recupero di scarti della lavorazione industriale degli elettrodi che studiamo e applichiamo, da oltre 10 anni, in progetti ambientali legati al design e all’innovazione esclusivamente made in Italy. Il risultato è frutto della ricerca di una sostenibilità autentica, di nuove forme di economia circolare, innovazione, rispetto.”

Natura e arredo in simbiosi

Terre di Vigna è invece la pavimentazione in legno di Listone Giordano e Passoni Design nella quale arte della vinificazione e design si fondono in un progetto dal sapore antico e dalla sensibilità moderna. Il vino si trasforma in catalizzatore di design dinamico capace di potenziare il legame tra natura e legno: Passoni ha sviluppato un procedimento brevettato e unico per colorare il legno sfruttando le proprietà intrinseche di vino e vinacce. Grazie alla loro acidità, in abbinamento a ossidi di ferro, queste sostanze interagiscono con il legno, innescando una reazione chimica autocolorante.

Passione per la natura

“La collaborazione nata con Listone Giordano conferma il valore di un progetto di ricerca e sviluppo in continua evoluzione”, racconta Tommaso Passoni, quarta generazione del brand famigliare. “Con questo progetto abbiamo voluto promuovere un approccio sostenibile nella produzione di complementi d’arredo per la casa e il contract di qualità. Ed è proprio in un comune contesto di cultura del e per il legno che si sviluppano la ricerca e l’utilizzo delle tinte naturali al vino sui prodotti Listone Giordano. L’applicazione di queste tinte richiede grande sapienza delle materie prime e delle loro proprietà ed è proprio un condiviso e reale amore per la natura e la sostenibilità ad aver permesso la nascita di un prodotto e un progetto unico nel suo genere, capace di rappresentare al massimo i migliori valori del made in Italy”.

Terre di Vigna: sperimentazione riuscita

Per la prima sperimentazione è stato scelto Medoc (firmato da Michele De Lucchi), pavimento in legno che incarna l’anima della collezione Natural Genius, incontro tra naturalezza ed espressione contemporanea della cultura della materia. La finitura Mirantico pervade la collezione Atelier Désir (nome ispirato al capolavoro di Giorgio De Chirico “The Seer”): nella versione Mirantico Filo di lama la materia acquista un carattere tagliente e contemporaneo, per un’estetica che permette di apprezzare tutta l’autenticità del legno.