Gioca con la dinamicità la nuova soluzione per illuminare in contesti residenziali e contract

Gli ambienti outdoor sono, con sempre maggior frequenza, vissuti in modo dinamico e in ogni momento della giornata. L’illuminazione esterna riveste quindi un ruolo sempre più centrale e spesso per i progettisti trovare un sistema di illuminazione al tempo stesso resistente, elegante e personalizzabile non è semplice: DIAL, il sistema su palo disegnato da Alessandro Zambelli per Stral, si inserisce nei progetti più diversi in base alle esigenze e consente una elevata customizzazione.

Family feeling in fase di progetto

Il palo ha una altezza variabile da 1 a 4,5 metri: selezionata l’altezza, è possibile scegliere la finitura dell’acciaio inox, naturale o verniciato RAL 9004, le due finiture consigliate. L’attacco al suolo è selezionabile in base al progetto, con flangia o a infissione nel terreno. Con le teste palo inizia la progettazione. DIAL può montare tre versioni di testa palo studiate per essere declinate anche in applicazioni diverse. Il family feeling in fase progettuale è facilitato grazie al richiamarsi di geometrie e forme degli elementi tra loro. Le applique, infatti, si ritrovano come forme anche nei paletti e nei proiettori da giardino, creando coerenza visiva.

Tre varianti in tre dimensioni

Le teste palo disponibili sono: DIJK (versione fissa), DIJK FLEX (versione con staffa snodata per poter orientare la luce anche sui dettagli), DIJK ROTO (con snodo per rotazione a 360° su un asse). Tutte disponibili in tre dimensioni, con differenti ottiche e temperature colore. Le teste possono essere posizionate su tutti e quattro i lati del palo e all’altezza che si desidera, segnalandolo in fase di progetto all’azienda in modo da provvedere alla foratura.

Resistente e duraturo

Grazie al materiale in cui è realizzato (acciaio inox AISI 316L), il sistema DIAL può essere installato in ogni contesto anche in condizioni climatiche estreme: contesti frontemare dove la salsedine nel giro di poco aggredisce le superfici e rende i corpi illuminanti sporchi dando subito l’idea di un ambiente trascurato; in zone di montagna con temperature rigide, presenza di ghiaccio e spargimento di sali antigelo; in spa e zone termali in presenza di vapori e zolfo.

Per chi è indicato DIAL?

Il sistema si rivolge a chi ha bisogno di illuminare, con un singolo prodotto, più situazioni contemporaneamente: in contesti residenziali privati per donare più comfort e benessere alle persone illuminando camminamenti, ma anche zone conversazione e ricreative. Si rivela un’ottima soluzione nell’illuminazione pubblica o come complemento d’arredo urbano.

Un configuratore dedicato

DIAL è un sistema smart e versatile, tanto che Stral ha pensato a un modo semplice e veloce per rispondere alle richieste dei progettisti. Sul sito aziendale, nella sezione pali DIAL, è disponibile un configuratore dedicato per consentire al progettista di realizzare il proprio sistema in autonomia. In pochi passaggi è possibile settare tutti i parametri e inviare all’azienda il progetto per richiedere informazioni e quotazione.