Dal concept design alla generazione dei prototipi, Centrostiledesign è un polo di eccellenze unico nella nautica dove il progetto viene seguito interamente fino alla sua realizzazione. E dove nascono tecnologici explorer e futuribili tender

“Siamo l’azienda che non c’era, il tassello mancante che unisce molteplici servizi tecnici sotto un solo referente per una visione del progetto a 360 gradi”. Davide Cipriani definisce così Centrostiledesign, società di yacht design e di progettazione di nautica e industriale bolognese, di cui è amministratore delegato nonché chief designer. “Centrostiledesign non è solo una realtà con la passione per la progettazione e il design, ma un gruppo di lavoro dinamico, formato da professionisti ciascuno con competenze diverse.

Dal concept design alla generazione dei prototipi, tutto è seguito da un team di professionisti supportati dai sistemi tecnologici più avanzati”, spiega Cipriani, “ma soprattutto, l’integrazione tra design engineering è alla base della nostra filosofia e offre ai nostri clienti rapidità, precisione e controllo del prodotto”. Una sinergia che persegue ogni fase della progettazione formando, un polo di eccellenze unico nel suo genere, che garantisce un supporto completo al committente. “Internamente realizziamo stampi, modelli in scala e produciamo i manuali che accompagnano l’oggetto finito, garantendone il monitoraggio qualitativo e il controllo costante dello stato di avanzamento produttivo. Insomma, una project factory di ultima generazione che, almeno nella nautica, non ha paragoni e dove il progetto viene seguito interamente dal concept fino alla sua realizzazione.

Come il lavoro svolto per concepire Explorer 62: dal progetto navale alla sua ingegnerizzazione, dallo yacht design alla compartimentazione degli interni, dal lightning design fino all’arredo e al décor, tutto è stato realizzato da Centrostiledesign. Explorer 62, è un motoryacht di 18,54 metri che permette ai propri ospiti un rapporto totale col mare con una nuova gestione dello spazio, nuove soluzioni di allestimento, e che trasmette anche una visione diversa del lusso, con maggiori funzionalità e modularità migliorate. Uno yacht dalla forte personalità estetica esaltata dalla prua alta e dritta che massimizza la lunghezza scafo, conferendo al contempo protezione dalle onde.

A conferma dell’eclettismo dello studio, anche l’innovativo progetto Futur-E, una barca ecologica che vola sulle onde grazie all’ausilio dei foil (particolari ali che sollevano la barca dall’acqua e permettono maggiori velocità). Una barca futuribile che combina la tecnologia dell'industria nautica, del design automobilistico e dell'aeronautica con un sistema cinematico integrato di ispirazione automobilistica, simile alle sospensioni delle auto di Formula 1.