Due limited edition creative, colorate e dall’estro pittorico donano una nuova veste – glamour – a pezzi classici del design firmato Carl Hansen & Søn

Il fascino è quello intramontabile dei classici del design ma il tocco creativo contemporaneo è evidente: il risultato sono arredi freschi e colorati, dal tratto artistico e dallanima green. Stiamo parlando di sue limited edition firmate da Carl Hansen & Søn, storica azienda danese che dal 1908 propone pezzi senza tempo.

Una è una capsule collection che nasce dalla riedizione della Mix Chair e del Propeller Stool, ideati nel 1930 da Kaare Klint, oggi disponibili in colori accesi e con laccatura, rivestiti con il vivace tessuto Ria di Kvadrat/Raf SimonsLaltra celebra Hans J. Wegner proponendo la First Masterpieces Collection, composta da cinque sedie che il progettista creò per il brand danese nel 1950, in una nuova gamma di colori ecologici a base d’acqua ideata da Ilse Crawford.

Limited Edition Kaare Klint: la collaborazione con Kvadrat/Raf Simons ha un approccio matematico e pittorico

Per festeggiare il 90° anniversario della Mix Chair e del Propeller Stool di Kaare Klint, Carl Hansen & Søn lancia un’edizione limitata che unisce il design minimale dalla precisione matematica di Klint all’approccio pittorico, gioioso e fashion di Kvadrat/Raf Simons, disponibile presso i flagship store del brand danese e su carlhansen.com fino alla fine del 2021.

Kaare Klint, noto come il padre dello stile Danish Modern, progettò la Mix Chair e il Propeller Stool nel 1930. La Mix Chair fu ideata in collaborazione con il suo allievo Edvard Kindt-Larsen, da qui il nome Mix, e fu messa in produzione fin da subito. Il progetto del Propeller Stool invece, data la sua complessità, fu abbandonato e vide la luce solo nel 1962.

Inizialmente la Mix Chair e il Propeller Stool vennero realizzati in pelle, tela e legno massello, lavorato in modo uniforme. Solo adesso, per la prima volta in assoluto, sono disponibili in colori accesi e con laccatura, rivestite con il vivace tessuto Ria di Kvadrat/Raf Simons declinato in tonalità fredde e calde.

“Entrambi grandi appassionati di belle arti, Kvadrat/Raf Simons e Klint condividono lo stesso background artistico”, racconta Knud Erik Hansen, proprietario di terza generazione e ceo di Carl Hansen & Søn. “Tuttavia, il loro approccio al design è profondamente diverso. Mentre Klint è noto per il suo stile matematico e minimale, Kvadrat/Raf Simons sceglie una strada più opulenta e giocosa. Dall’unione di questi due opposti nasce la magia che conferisce a pezzi classici un’energia moderna”.

Dalle linee semplici e dalla forma fluida, la Mix Chair si caratterizza per la complessa progettualità, ottenuta grazie a un ricercato esercizio geometrico. Al contrario delle gambe anteriori in legno massello che hanno un aspetto squadrato, la sedia presenta una serie di linee concave e convesse ripetute e speculari che formano i braccioli e compongono il telaio principale; anche le gambe posteriori sono leggermente inclinate all’indietro e supportano lo schienale dal profilo reclinato.

Dalla struttura matematicamente impeccabile, il Propeller Stool incarna invece l’ideale di sgabello pieghevole voluto da Klint. Si compone infatti di due gambe imperniate al centro dal taglio elicoidale che, quando piegate, formano una struttura verticale perfettamente arrotondata.

Il colore del tessuto Ria scelto per la capsule collection è applicato secondo la tecnica pittorica del puntinismo. Ciascuna variante cromatica è caratterizzata da tre tipologie di filato che creano giochi di colore attraverso una sottile puntinatura, appunto, e grazie a un vivido effetto lucido che si staglia sulla superficie ruvida.

Limited Edition Hans J. Wegner: dalla collaborazione con Ilse Crawford nasce una nuova gamma di colori ecologici

Per festeggiare l’intramontabile eredità apportata da Hans J. Wegner, grazie a una collaborazione durata oltre 70 anni, Carl Hansen & Son, in collaborazione con la designer londinese Ilse Crawford, ha sviluppato una nuova gamma di colori per ledizione limitata delle prime sedie che Wegner creò per lazienda danese nel 1950.

La collezione First Masterpieces comprende cinque tra le sedie più rappresentative di Hans J. Wegner, tra cui spiccano la CH24, conosciuta anche come la Wishbone Chair, la lounge chair intrecciata CH25, entrambe prodotte da Carl Hansen & Son da oltre 70 anni.

Per la capsule collection, Ilse Crawford ha vestito i cinque pezzi cult con cinque tonalità calde e naturali che conferiscono una prospettiva tutta nuova alle sedute. I colori ecologici a base d’acqua presentano una finitura leggermente trasparente che fa risaltare l’originale venatura del legno di rovere ottenendo un effetto cromatico sfumato e al contempo strutturato.

“Volevamo sviluppare una gamma di colori contemporanei e crediamo che queste tonalità tenui e rilassanti siano perfette per i clienti di oggi” spiega IIse Crawford. “Siamo stati ispirati dai dipinti dell’artista danese Per Kirkeby, nei cui lavori si evince un forte interesse per la natura e per la geologia. Non si tratta di colori decorativi standard o pensati in base a un trend ma di sfumature che conferiscono profondità e complessità a qualsiasi ambiente”.

Le tonalità pittoriche proprie dei colori della terra si rifanno alla grezza maestosità del paesaggio nordico e funzionano sia in combinazione con altri colori sia in modo autonomo. “Il colore ha un legame strettissimo con le nostre emozioni e con il nostro umore” fa notare Crawford. “Siamo convinti che queste sfumature delicate contribuiranno a creare un ambiente caldo, rilassante e naturale”.