Stile e dinamismo sono i biglietti da visita del suv compatto della Casa dei Quattro anelli che, con l’ultimo restyling, è ancora più filante e sportivo, con un tocco di originalità che non guasta

Ha certamente un carattere innovativo Audi Q2 ancora più evidente in questa ultima versione, fresca del recente restyling, con una silhouette più distintiva dove spicca una rinnovata griglia che mette in risalto le superfici nella parte sottostante i gruppi ottici. La calandra “single frame” è più bassa rispetto al passato, così da sottolineare l’impronta a terra di questo suv compatto. Di serie i proiettori LED con gruppo ottici posteriori LED abbinati agli indicatori di direzione dinamici.

E poi a dare quel tocco di carattere in più, sull’esemplare in prova per Interni, ci pensano alcuni elementi in nero lucido, inclusi nel pacchetto Edition One, visibili sulla griglia anteriore, sulle fiancate e sui montanti posteriori. Oltre naturalmente ai cerchi neri. Sotto il cofano di Audi Q2 c’è il motore 4 cilindri turbo benzina 1.500 da 150 CV, abbinato al cambio a doppia frizione DSG a sette marce. Un motore parco nei consumi che può contare sulla tecnologia “cylinder on demand” che, a carichi medi e ridotti, disattiva in modo automatico il secondo e terzo cilindro, chiudendo le valvole di aspirazione e di scarico.

A bordo di Q2 si percepisce, come da filosofia Audi, una particolare cura per i dettagli. C’è persino la possibilità di personalizzare gli inserti luminosi sulla plancia, sulla console e lungo il tunnel centrale.

Ampia la gamma di soluzioni per la visualizzazione delle informazioni di bordo. Sul nostro esemplare in prova è disponibile l’Audi Virtual Cockpit da 12,3 pollici, mentre per quanto riguarda l’infotainment Audi Q2 può contare sul sistema MMI plus con schermo da 8,3 pollici, dov’è possibile visualizzare tutte le differenti funzioni relative alla vettura facilmente fruibili attraverso la manopola a pressione e rotazione posta lungo il tunnel centrale.

Internimagazine per Audi