Il nome corretto è A3 Sportback 40 TFSI e, ma per semplificare, sappiate che si tratta della versione ibrida plug-in della compatta della Casa di Ingolstadt. È uguale in tutto e per tutta alla versione normale… L’unica differenza è lo sportellino per la ricarica

Più marcate le differenze con la precedente versione, questa è la quarta, dal punto di vista del design. La nuova A3 è stata rinnovata soprattutto nella parte frontale che si contraddistingue per un aspetto più sportivo, con l’ampia mascherina single frame esagonale caratterizzata dalla griglia a nido d’ape, prese d’aria squadrate, fiancate concave che creano una bella sinergia con i montanti posteriori più inclinati rispetto al passato. Sul frontale non passano certo inosservati i proiettori a LED Audi Matrix che conferiscono allo sguardo della vettura un ulteriore tocco di sportività. Sul nostro esemplare in prova, hanno un’inedita matrice luminosa formata da 15 diodi che consentono di formare un motivo a forma di E, tratto distintivo della tecnologia plug-in.

AUDI A3 SPORTBACK 40 TFSI e

A3 Sportback 40 TFSI e è equipaggiata con il motore 4 cilindri turbo benzina 1.4 da 150 CV, abbinato a un motore elettrico da 109 CV, per una potenza complessiva di 204 CV. È stata la prima compatta plug-in premium al mondo. La prima versione fu la e-tron che debuttò nel 2014. Oggi la batteria che alimenta il motore elettrico ha una capacità di 13 kWh. Un valore di quasi il 50% in più rispetto al modello che l’ha preceduta. Questo significa che si arrivano a percorrere, a zero emissioni, fino a 67 Km. Un’autonomia degna di nota che rende, a tutti gli effetti, questa A3 un’automobile perfetta per muoversi nei tratti urbani, ma altrettanto confortevole se si sceglie di utilizzarla nei tragitti più lunghi, quando entra in azione il motore termico.

Si ricarica attraverso una normale presa di corrente domestica da 230 Volt, e occorrono circa 5 ore, ma si può optare anche per una serie di soluzioni ad hoc pensate appositamente da Audi, come l’Audi e-tron Charging Service, con una rete di oltre 225 mila colonnine distribuite in 26 Paesi europei.

Se si guida nel modo corretto, questa Audi A3 ha dei consumi davvero sorprendenti: è necessario solo poco più di un litro di benzina (1,3 circa per la precisione) per percorrere 100 Km, secondo il ciclo di omologazione WLTP.

Tutta digitale la strumentazione di bordo: dal cruscotto, al virtual cockpit dove è possibile controllare tutte le info relative alla vettura. Il sistema multimediale si avvale della piattaforma modulare d’infotainment di ultima generazione MIB 3, con una potenza di calcolo dieci volte superiore rispetto alla precedente versione.

Audi A3 Sportback ibrida plug-in è davvero silenziosissima e c’è da segnalare anche la totale assenza di vibrazioni. Ottimo anche il lavoro delle sospensioni che assorbono bene tutte le sconnessioni dell’asfalto, regalando un elevato comfort di bordo.

Ricca, come sempre, la dotazione di sicurezza di serie che include, tra l’altro, Audi pre sense front con riconoscimento dei ciclisti e dei pedoni, collisione assist con assistenza alla svolta e adaptive cruise assist.

Internimagazine per Audi