Uno spazio che non è solo espositivo, ma è esperenziale, di immersione e ispirazione. Euromobil ha inaugurato Kitchen Tech, il nuovo showroom con il meglio delle sue proposte

Novecento metri quadrati di open space, nessuna parete intermedia per lasciare libero lo sguardo, librerie dal gusto contemporaneo che fanno da separatori e una cucina multifunzionale per show cooking e wine tasting. A Falzé di Piave, in provincia di Treviso, è stato inaugurato Kitchen Tech, il nuovo spazio espositivo Euromobil che racconta il mondo della cucina e la immagina nella contemporaneità. Qui i modelli diventano veri e propri sistemi compositivi, in grado di ottimizzare ogni spazio creando “stanze nelle stanze” e, soprattutto, in grado di offrire una visione puntuale a chi sta cercando nuove soluzioni di arredo.

Il principio di esposizione è legato a tutto il meglio della proposta Euromobil. L’azienda, nel suo showroom di nuova generazione dal volto industriale - legato alla sua location con putrelle a vista, pavimenti e materiali originali -, ha deciso infatti di ricreare spazi residenziali o professionali, così che la scelta sia  esperenziale, immersiva e in continuità con il proprio stile di vita, le proprie esigenze e il proprio budget. In Kitchen Tech è possibile confrontarsi con innumerevoli soluzioni compositive e modelli che si integrano gli uni con gli altri, grazie a finiture trasversali che li accomunano. Ci sono componenti altamente high tech, per una funzionalità assoluta, o cucine timeless, che concepiscono la qualità come valore assoluto, a livello tecnico, estetico e di sostenibilità economica. Per ognuno di loro la cura al dettaglio è caratteristica fondamentale e imprescindibile per un gusto contemporaneo e funzionale.

Inoltre la scelta tra le proposte è guidata da 3 mood - Monochrome, Contrast e Natural -, che aiutano a definire la soluzione ideale tra centinaia di materiali e colori presenti. Si tratta di filoni concettuali, rappresentati simbolicamente da tre opere d’arte che sono state esposte nel flagship store milanese in corso Monforte in occasione della Milano Designer’s Week. Parliamo di “Touch” di Jorrit Tornquist, “A regola d’arte” di Alberto Biasi e “Adam and Eve” di l’orMa.

Lo showroom di Euromobil, però, non è solo questo: è anche un luogo in cui aprirsi a iniziative culturali e artistiche, per creare un legame tra ciò che propone l’azienda e gli stimoli che vengono da fuori. Euromobil lo ha organizzato perché accogliesse ogni forma di input, fornendo un servizio e facendo da ispirazione contemporanee, anche nella disposizione degli spazi. Questi infatti sono separati da librerie e divani, del modello Désirée, che fanno da diaframma tra le diverse sezioni e evocano una casa orientata verso ambienti domestici privi di muri separatori, ma definiti dagli arredi stessi a libera installazione.

Per info visita il sito www.gruppoeuromobil.com.