La nuova lampada disegnata da Vincent Van Duysen per Flos è da tavolo e a batteria; concepita con una specifica attenzione per il settore horeca

Flos presenta la nuova lampada da tavolo Gustave: posizionabile sia in ambienti interni sia in esterni, è cordless e ricaricabile, impermeabile e naturalmente mobile.

"Una delle sfide dell'anno è stata la progettazione di questa lampada da tavolo a batteria, ispirata alle iconiche lampade da tavolo di Adolf Loos" racconta il designer Vincent Van Duysen, che ha disegnato la lampada.

"Volevamo un look non tecnico ma elegante e senza tempo: gli elementi tecnici, come le batterie, sono quindi stati incorporati in modo da diventare parte integrante del progetto complessivo.

Le proporzioni sono generose, le forme morbide. Che sia in un ristorante o a casa, questa lampada è un vero passe-partout.

Degna di nota anche la produzione. Flos ha fatto ogni sforzo per garantire che il dispositivo di illuminazione sia costituito da componenti sostituibili per prolungarne la durata»

Una lampada che sa come soddisfare le aspettative

La lampada disegnata da Vincent Van Duysen per Flos è stata concepita con un’attenzione specifica per il settore horeca.

Il nome Gustave deriva infatti dal celebre Monsieur Gustave H., il noto concierge di un resort di montagna di Zubrowka - paese fittizio del capolavoro di Wes Anderson Grand Budapest Hotel, uno dei film preferiti di Van Duysen.

Con Gustave, Vincent Van Duysen attinge alla tecnologia di illuminazione proprietaria che ha permesso la creazione del suo best seller Oblique per sviluppare una nuova lampada, pensata specificamente per i mercati dell'horeca e dell'hotellerie.

Grazie a questa tecnologia, Gustave emette un fascio di luce estremamente luminoso che cade obliquamente dalla testa della lampada sulla superficie illuminata e si estende tutt’intorno a 360 gradi, grazie all'ingegnosa combinazione di LED e di lenti brevettate.

Il posizionamento unico di quest’ultime e la loro zigrinatura invia la luce in diagonale, massimizzando così l'effetto e riducendo al minimo l'emissione (e il consumo).

Nonostante le ridotte dimensioni, grazie alla particolare tecnologia di diffusione della luce (costruita su un particolare studio delle micro-geometrie) Gustave illumina perfettamente un’ampia superficie che si estende fino a un metro dalla fonte e forma un anello con un’ombra al centro: la situazione perfetta per un tavolo da pranzo.

In sostanza, Gustave garantisce un ottimo comfort, assenza di abbagliamento, omogeneità nella distribuzione della luce ed elevatissime prestazioni in termini di lux.

Unplugged ma con due batterie

Gustave è disponibile in due modelli, ‘Residential’ e ‘Hospitality’.

Accanto alla versione plug-and-recharge per uso residenziale, dotata di batteria con ricarica micro-USB-C integrata, il design specifico horeca prevede la possibilità di utilizzare due set di batterie Li-Ion ricaricabili: un vantaggio in più fornito al ristoratore o all'albergatore che, in caso di locale a capienza piena, non dovrà acquistare un numero doppio di lampade (una in uso, una in ricarica) ma, piuttosto, ricaricare il secondo set di batterie mentre la lampada è in uso con il primo.