L'Osservatorio permanente del Design ADI ha selezionato la collezione 3D Wall Carve per la pubblicazione sull’ADI Design Index 2022, in vista della XXVIII edizione del Premio Compasso d'Oro

È una ricerca complessa fra storia, artigianato e tecnologia quella che ha portato alla definizione della collezione 3D Wall Carve di Atlas Concorde. L’estetica della collezione si descrive nella precisione estrema dei microrilievi che ne tratteggiano la superficie traendo ispirazione dall’antico saper fare degli artigiani dell’intaglio, capaci di imprimere la vita della natura sulla pietra, creando suggestivi effetti di movimento a parete.

Materiali, creatività, competenze

Atlas Concorde riprende le atmosfere del lavoro artigianale e le porta nell'interior design contemporaneo. Materiali innovativi, creatività e capacità industriale unite per un lavoro che ha convinto l’Osservatorio Permanente del Design ADI a selezionare Atlas Concorde nella categoria Design dei materiali e sistemi tecnologici, dopo essere già stata premiata con il Red Dot Design Award sempre nel 2022.

Design e stile tridimensionali

3D Wall Carve si compone di pattern minimali, movimentati dalla tridimensionalità che restituisce al tatto e agli occhi l’effetto della materia naturale. Si caratterizza come una collezione dedicata alla progettualità contemporanea per arricchire gli ambienti con una percezione di artigianalità e di tecnica attraverso un linguaggio di emozioni sensoriali dalle infinite sfumature.

Variazioni sul tema

Sono cinque le variazioni sul tema del microrilievo che compongono la collezione: Chisel, si caratterizza per le sue rigature orizzontali ispirate al cemento effetto pettinato; Leaf esprime un particolare approccio artistico con un disegno di foliage creato da scalpellature; Whittle gioca sovrapponendo fasce orizzontali dai rilievi marcati alla morbidezza di un dinamico motivo a nastro. 3D Sign e 3D Squares sono i motivi progettati dal designer Piero Lissoni per una capsule collection ispirata alla relazione tra tecnica e arte, con l’intento di portare l’autentico tocco artigianale delle lavorazioni manuali della pietra sulla superficie ceramica.

Pittura astratta e micromosaico artigianale

Per 3D Sign, Piero Lissoni lavora sul fil rouge della pittura astratta, con una superficie irregolare fra giochi di luci e ombre. 3D Squares è un'interpretazione libera del micromosaico artigianale, con tessere irregolari che costruiscono movimento e carattere sulla superficie. Piero Lissoni sottolinea come: “La texture tridimensionale esalta la grafica minimalista, così come le luci e le ombre, mentre il disegno, spesso irregolare, dona un’allure artigianale, ottenuta invece con un sofisticato processo iperindustriale”.