Trame di cemento trafitte da lame di luce avvolgono il progetto residenziale Wóolis, ideato da Arkham Projects in Yucatán. Un osservatorio circolare che omaggia l’eredità Maya

Curato dallo studio di architettura messicano Arkham Projects, Wóolis è un progetto residenziale fortemente materico, primordiale ed evocativo, il cui nome è stato coniato dal team dalle maestranze artigiane locali che hanno dato vita agli spazi.

Cosa significa Wóolis

Nellantica lingua Maya Wóolis significa palla, tondo, cerchio, chiaro riferimento al cilindro centrale attorno al quale si sviluppano gli ambienti, in e outdoor dell’abitazione. La casa diventa infatti una sorta di osservatorio privilegiato dove studiare il trascorrere del tempo attraverso la posizione delle ombre create dalla luce solare che trafigge il reticolo di cemento che avvolge la struttura.

Proprio come i Maya, affascinante e misterioso popolo precolombiano attratto dalla misurazione del tempo, dai corpi celesti e dai fenomeni astronomici.

Un tributo alla sapienza Maya

Situato a nord della città di Mérida, nello Yucatán, in una strada secondaria di Temozón Norte, Wóolis è un luogo ascetico nella sua essenzialità grezza che invita a osservare, studiare e rispettare le origini per far tesoro delleredità Maya che ancora impregna il territorio in cui labitazione si innesta.

Un osservatorio per studiare il trascorre del tempo come i Maya

La casa diventa così un osservatorio contemporaneo per scoprire il passare del tempo attraverso le linee dipinte dal sole sulle pareti quando, nei diversi momenti della giornata, la luce trapassa il reticolo superiore della struttura cilindrica; tracce, ombre e giochi luminosi mutevoli che cambiano la loro posizione nel corso dell’anno a causa della diversa inclinazione del sole.

Bagni di luce e ombra

Sfruttando lorientamento della trama delle superfici in cemento che ricamano la struttura, il cilindro centrale consente il passaggio della luce nello spazio centrale dove si trova la piscina, allo stesso tempo la sua forma sinuosa e profonda assicura che lo spazio risulti sufficientemente in ombra durante lalba e il tramonto, permettendo di abitare larea comodamente per tutto il giorno.

Interno ed esterno si riversano l’uno nell’altro

La posizione strategica dello spazio centrale, su cui, grazie ad ampie porte scorrevoli in vetro, si aprono le aree più conviviali della casa assicura un collegamento visivo e abitativo senza soluzione di continuità tra esterno e interno.

Un albero di álamo anticipa loasi custodita all’interno

Dall’altro lato rispetto alla piscina, un patio più piccolo ospita un grande albero di álamo che sporge sopra la linea del tetto dellintera struttura, anticipando, ancora prima di entrare, la sorprendente oasi allaperto che Wóolis custodisce.

 

Tre patii

La configurazione degli spazi interni ed esterni della villa prevede tre patii: se il primo è il più aperto e conviviale, quello sul retro è il più intimo e schermato. Tra di loro si innestano tre corpi interni: servizi, spazi pubblici e ambienti privati.

Un esercizio di autocostruzione

Wóolis è una sorta di esercizio di autocostruzione: il proprietario è stato colui che ha guidato le diverse fasi realizzative, coordinando tutti gli attori che hanno partecipato al progetto.

Il lusso è l’autenticità, grezza, luminosa, magica

Wóolis è un progetto che non pretende di essere esclusivo per i suoi materiali e i suoi rivestimenti preziosi, al contrario, trova quel lusso quel pregio dato dall’unicità nellautenticità grezza dei suoi elementi, dando il massimo risalto alla luce e alla sua interazione con labitazione.