Hanno preso il via i lavori di CityWave, l’edificio di nuova generazione che completa CityLife. Progettato dallo studio BIG - Bjarke Ingels Group, rappresenta una nuova concezione di workplace che unisce obiettivi di impatto positivo, qualità della vita e nuove articolazioni degli spazi

Progettato dallo studio BIG - Bjarke Ingels Group, CityWave rappresenta il nuovo modello per gli uffici del futuro rispondendo a una nuova idea di workplace, grazie a soluzioni progettuali innovative che mettono al centro la qualità della vita e ridefiniscono il concetto di sostenibilità. Il progetto di CityWave porta al culmine l’impegno di CityLife per la riqualificazione urbana e la sostenibilità, che hanno caratterizzato l’intero sviluppo del quartiere sin dalla sua nascita.

Grazie alle soluzioni in ambito energetico, l’edificio sarà alimentato esclusivamente da fonti rinnovabili, rappresentando il primo edificio a uffici a superare l’impatto zero, con un progetto che si prefigge di determinare un “impatto positivo” sull’ambiente. Il rivestimento in pannelli fotovoltaici della struttura che ricopre gli edifici denominati East e West costituirà, infatti, il parco fotovoltaico più grande di Milano ed uno dei più grandi parchi fotovoltaici urbani in Italia, con una superficie di circa 11.000 mq di pannelli, in grado di fornire una produzione di energia stimata in 1.200 MWh l’anno, grazie a una potenza installata che sfiora i 2 MWh.

La stessa struttura consentirà anche la raccolta e il riuso delle acque piovane, oltre a delineare un ampio spazio pubblico verde e coperto, vivibile tutto l’anno. Inoltre, l’edificio è pensato per consumare il 45% in meno di energia rispetto allo standard, grazie a soluzioni come l’uso termico delle acque di falda, con un risparmio di 520 tonnellate l’anno di CO2, pari alle emissioni assorbite da 20.000 alberi. Il progetto CityWave ha già ottenuto la pre-certificazione LEED classificandosi a livello Platinum.

Bjarke Ingels, Founding Partner di BIG-Bjarke Ingels Group, ha spiegato come “l’imponente copertura a catenaria di CityWave unisce gli ultimi due edifici di CityLife con un'unica struttura a onda. I pannelli solari alimentano gli ambienti di lavoro interni, mentre la parte inferiore in legno crea una copertura per una nuova area pubblica. Come un'interpretazione contemporanea del grande spazio coperto della Galleria Vittorio Emanuele II, il tetto fotovoltaico di CityWave offre ai cittadini di Milano uno spazio urbano ombreggiato e riparato per vivere appieno questa nuova zona vivace della città. La struttura complessiva unisce gli spazi interni ed esterni in una forma di monumentalità leggera e sinuosa.”

Giuseppe Sala, Sindaco di Milano, ha commentato: “L’inizio dei lavori di costruzione della CityWave a CityLife sono un nuovo forte segnale di ripresa che viene dato a tutta la città. La pandemia ci ha imposto di rallentare e di uscire dall’emergenza, ma ora è tempo di andare avanti con determinazione e fiducia nelle nostre capacità. Questa nuova realizzazione sarà il simbolo della Milano che vogliamo: sostenibile, internazionale, bellissima”.

“Questo edificio di nuova generazione rappresenta un ulteriore ‘step up’ nell’evoluzione degli immobili per uffici: un contenitore per attività direzionali che integra obiettivi di impatto positivo sull’ambiente e sulla qualità della vita con nuove articolazioni degli spazi a valle dello shock da lockdown. In questo senso, stiamo definendo un nuovo paradigma per il mondo”, ha dichiarato Aldo Mazzocco, amministratore delegato di Generali Real Estate e presidente di CityLife.

La commercializzazione degli innovativi spazi ad uso ufficio è stata affidata a Jones Lang LaSalle S.p.A. e Cushman & Wakefield LLP. I lavori di CityWave sono stati avviati oggi a valle del progetto esecutivo, e si prevede si concluderanno nel 2025.