Dai bonus per affrontare il caro bolletta alle attività di riforestazione urbana, gli esempi virtuosi di come si possa coniugare produzione, solidarietà e sostenibilità per un futuro migliore per tutti

A Natale, si sa, si è tutti più buoni. E sono tante le aziende - non solo quelle di design - che con l’avvicinarsi delle festività si rincorrono in attività benefiche, sicuramente lodevoli ma proposte come episodi isolati, senza una continuità né una prospettiva.

C’è chi però, da tempo, e spesso senza neanche comunicarle, porta avanti iniziative a sostegno dei propri dipendenti, della comunità e del territorio.

Esempi virtuosi di come si possa affiancare alla produzione una spiccata responsabilità sociale e ambientale, per costruire insieme un futuro migliore che non lasci indietro nessuno.

Lago: supporto ai giovani e corsi sulla gestione delle emozioni

L’azienda guidata da Daniele Lago da oltre dieci anni collabora con la cooperativa Rinascere impegnata nello sviluppo di capacità lavorative di giovani svantaggiati.

Come parte attiva, i ragazzi assemblano materiali utili allo sviluppo del business, come ad esempio i campioni colore che vengono poi distribuiti ai clienti.

Internamente, Lago offre ai dipendenti corsi che vanno dalla cybersecurity al corretto smaltimento dei rifiuti, dalla promozione di una consapevolezza dell’essere umano alla gestione delle emozioni.

Fantini promuove il lago d’Orta

Daniela Fantini porta avanti l’azienda di famiglia, fondata dal padre Giovanni e dallo zio Ersilio nel 1947 a Pella, un piccolo borgo sul lago d’Orta.

E lo fa sostenendo e promuovendo il territorio, la comunità e il delicato ecosistema lacustre.

Tra le attività più recenti, la sponsorizzazione della tappa del granito, una delle cinque tappe del Grand Tour del lago d’Orta, un nuovo cammino per scoprire a passo lento questo piccolo angolo di paradiso.

Fantini è una fabbrica aperta, un centro di aggregazione dove si organizzano anche eventi e incontri culturali, un’azienda che custodisce e protegge la memoria del luogo in cui è nata.

"La mia famiglia è molto legata a Pella e al lago d’Orta, ma quando mi domandano quale sia il mio luogo del cuore io penso a Egro, monte dal quale si vedono le stelle e il lago dall’alto, e dove si ascolta il silenzio, un luogo denso di ricordi e di bellezza autentica e naturale", racconta Daniela Fantini.

"Per questo, per come mi è possibile, cerco di dare un contributo perché nel piccolo borgo non si spenga tutto, e perché i pochi abitanti, molti anziani, possano ancora avere un luogo di ritrovo, dove praticare qualche attività ludica.

Così abbiamo ripristinato il terreno con il campo da bocce. Qualcuno lo usa? Durante la bella stagione sicuramente, e se mi fermo per un caffè e un saluto, incontro le persone che conosco da sempre e sono contenta".

Porro: la creatività a sostegno di donne e giovani in difficoltà

Dal 2020 Porro completa i set di arredamento con i props disegnati da Elisa Ossino.

Gli oggetti - sculture abitative, forme molecolari, geometrie in carta, quadri astratti, libri con rivestimenti materici - sono realizzati da laboratori selezionati per la sostenibilità sociale e ambientale.

In particolare, gli abiti eterei e poetici che impreziosiscono gli armadi e le cabine armadio di Porro sono prodotti dalla cooperativa sociale Alice, che porta avanti laboratori sartoriali all’interno del carcere San Vittore di Milano per il reinserimento di donne in difficoltà.

Invece gli oggetti in legno sono creati in collaborazione con la Contrada degli artigiani della fondazione Cometadi Como, un luogo dove i maestri artigiani trasmettono il valore del lavoro, le tecniche e i segreti dei più antichi mestieri a ragazzi che vivono condizioni sociali, economiche e personali difficili.

Giorgetti riforesta Meda

Lo scorso primo ottobre Gruppo Giorgetti ha piantato a Meda 300 alberi (carpini, aceri, ciliegi, frassini, noccioli, cornioli e biancospini), primo passo del progetto di riforestazione urbana #reforest.

L’obiettivo è quello di piantare alberi e arbusti autoctoni e ripopolare i boschi per migliorare la qualità del territorio locale e contrastare il cambiamento climatico.

"Dagli alberi il legno, cuore del nostro patrimonio ebanistico e anima della nostra produzione. Agli alberi il Gruppo Giorgetti è legato da sempre con riconoscenza e gratitudine. Abbiamo deciso di intraprendere un importante investimento anche e soprattutto per un gesto di restituzione che consideriamo sacro: la piantagione di alberi che diventeranno bosco nel nostro territorio.

Perché non c’è strumento di crescita e di sviluppo più potente per un’azienda che l’appartenenza al proprio territorio", afferma Giovanni del Vecchio, ceo del Gruppo Giorgetti.

Slamp trasforma gli scarti in arnie per i bombi

Dal 2020 Slamp recupera gli scarti di produzione, li macina, fluidifica e trasforma in arnie per bombi, i parenti stretti delle api.

Il progetto, chiamato To Bee or not to be, a voler sottolineare l’importanza degli insetti impollinatori per la nostra esistenza, in questi due anni ha dato vita a oltre 140mila arnie per ospitare circa 18 milioni di bombi.

Gli imenotteri appartenenti alla famiglia Apidae sono utilizzati in agricoltura per l’impollinazione, senza l’uso di sostanze chimiche, di piante da frutto e ortaggi, in particolar modo del pomodoro, per una coltivazione salubre e naturale.

Calligaris al fianco dei bambini in ospedale

Dal 2018, Calligaris è al fianco dei bambini ricoverati nell’ospedale infantile Burlo Garofalo di Trieste, garantendo loro una casa e sostegno emotivo durante il percorso di cura.

In particolare, l’azienda aiuta economicamente e arreda gli alloggi di Casa Abc, una onlus che accoglie e sostiene, dal punto di vista pratico e psicologico, le famiglie dei piccoli pazienti pediatrici, fornendo tramite volontari anche aiuto emotivo in reparto.

L’azienda inoltre supporta i Bambini delle fate, un’impresa sociale che dal 2005 finanzia progetti e percorsi di inclusione sociale per persone con autismo e altre disabilità.

Moroso promuove la formazione

L’azienda guidata da Patrizia Moroso con il fratello Roberto sostiene la formazione per tramandare alle nuove generazioni i saperi legati al mondo dell’arredo. E lo fa con numerose iniziative. Tra le più recenti, la creazione, insieme al Cluster Arredo FVG, dell’Innovation Platform, il primo centro per la formazione dei tappezzieri a Udine (ne abbiamo parlato qui).

Moroso è inoltre partner della fondazione Mits Malignani di Udine per promuovere la diffusione della cultura tecnico-scientifica e rispondere al fabbisogno di figure professionali specializzate, con un percorso formativo incentrato sul design thinking con stage in azienda.

Inoltre, dal 2022, Patrizia Moroso mette a disposizione dei ragazzi la sua esperienza come docente del corso di Architettura d’interni e design presso l’Accademia di belle arti di Udine.

Living Divani per i dipendenti e i più deboli

Living Divani sostiene il territorio in cui nasce, tramite iniziative artistiche e culturali, come il restauro della pala principale della chiesa di Anzano del Parco, o attività per i giovani, come la sponsorizzazione della squadra locale di calcio A.S.D. Real Anzano, che ha raggiunto la prima categoria.

L’azienda supporta tante realtà della provincia di Como, dalla scuola materna di Anzano del Parco alla cooperativa Noi genitori che assiste ragazzi disabili a Erba, con contributi economici ma anche donazioni di cuscinature e materassini; inoltre aiuta i propri dipendenti, soprattutto in questo periodo di rincari, con buoni a sostegno del reddito.

Poliform: attenzione alla persona e alla comunità

Uno dei fondamenti della filosofia di Poliform è l’attenzione riservata alla persona, intesa come singolo e come comunità.

In quest’ottica, l’azienda promuove numerose iniziative sociali, che vanno dal sostegno ai propri dipendenti alla salvaguardia del patrimonio artistico e naturale.

Tra le attività filantropiche, il supporto alla comunità San Patrignano, alla onlus Cancro Primo Aiuto, alla società italiana per l’amiloidosi e all’associazione La nostra famiglia di Bosisio Parini, in provincia di Lecco.

Poliform inoltre punta sulle nuove generazioni, sponsorizza le associazioni sportive locali, e ogni anno ad alcuni studenti della Brianza offre la possibilità di fare uno stage in azienda.

Fiemme Tremila protegge il suo bosco

Fiemme Tremila, azienda specializzata in pavimenti in legno biocompatibili, è immersa nella Val di Fiemme, un immenso polmone verde, una distesa di foreste tra le più vaste dell’arco alpino.

Un patrimonio unico, tutelato a partire dal 1111 dalla Magnifica comunità di Fiemme, un’istituzione secolare formata dagli abitanti del luogo, che custodisce il patrimonio naturale della valle, i pascoli, le malghe e i boschi.

L’azienda fondata nel 1993 da Marco Felicetti protegge la 'sua' natura incontaminata in diversi modi, a partire dalla selezione responsabile di soli legni certificati, alle lavorazioni bio senza l’uso di sostanze chimiche ma utilizzando esclusivamente elementi vegetali, come cere, resine e oli balsamici.

Fiemme Tremila è inoltre tra i 14 soci fondatori della Fondazione 'Fiemme Per', nata nella primavera del 2022 dalla volontà delle imprese della valle di fare sistema e favorire lo sviluppo sociale, economico e culturale del territorio.

Tra le prime iniziative: Fiemme Green Community, progetti di residenzialità accessibile a basso costo e soluzioni di mobilità sostenibile per i lavoratori.

Cassina: i flexible benefits per i lavoratori

Cassina mette a disposizione dei suoi dipendenti i flexible benefits, una serie di beni e servizi, come i voucher per la spesa, per l’educazione dei figli o l’assistenza ai genitori anziani, fruibili attraverso la piattaforma Cassina Welfare.

I dipendenti possono convertire il premio di risultato in agevolazioni, con l’esenzione da imposizione contributiva e fiscale del premio. In questo modo, l’importo lordo del premio convertito in flexible benefits coincide con il netto spendibile dal dipendente sulla piattaforma, con la possibilità, a partire da quest’anno, di beneficiare della premialità addizionale del 10 per cento per chi converte il 100 per cento del premio.

Inoltre, grazie agli interventi previsti dal Decreto 'aiuti-bis' e da D.L. 21/2022, l’azienda riconosce a tutti i dipendenti un bonus 'carovita' da poter utilizzare come rimborsi per bollette e carburante.

Terratinta Group: impatto positivo a Fiorano Modenese

Terratinta Group, azienda di Fiorano Modenese specializzata in rivestimenti ceramici, società benefit dal 2020, nel 2022 ha ottenuto la certificazione B Corp, assegnata alle realtà che si impegnano volontariamente a rispettare elevati standard di trasparenza e sostenibilità per migliorare e certificare il proprio impatto positivo verso l'ambiente, gli stakeholders, i lavoratori e la comunità.

Tra le attività, il finanziamento di visite mediche, anche specialistiche, per i propri dipendenti, la creazione di spazi conviviali nella nuova sede, l’orario di lavoro flessibile, le borse di studio per gli studenti dell’istituto di istruzione superiore Selmi di Modena, fino alle attività di volontariato per ripulire il parco del comune di Fiorano Modenese.

Gruppo Gabel: la collezione è disegnata dagli studenti

Non solo sostenere i giovani, ma ascoltarli e renderli autori dei propri sogni.

Dal 2018, Gruppo Gabel collabora con l’istituto di formazione Centro Studi Casnati di Como, e dà la possibilità agli studenti di disegnare la collezione tessile Teen.

Il risultato è una linea coloratissima, caratterizzata da elementi grafici e figurativi vicini all’immaginario dei teenagers.

"Crediamo in questi ragazzi, nelle loro idee prive di condizionamenti e nella libertà del loro pensiero creativo", racconta Michele Moltrasio, presidente e ad del gruppo.