Negli ultimi mesi la casa editrice Electa ha presentato numerosi volumi dedicati al design, legati ad architetti, mostre e istituzioni ma non solo: c'è anche un bookshop speciale

Parte del Gruppo Mondadori, da oltre sessant’anni Electa, con l’ideazione e la realizzazione di progetti editoriali e di mostre, svolge un ruolo dinamico di documentazione e di approfondimento nei diversi settori delle arti visive.

Il catalogo Electa comprende oggi più di 1500 titoli illustrati e cataloghi sull’arte, l’architettura, l’archeologia e la fotografia. Ma a spiccare, negli ultimi mesi, sono quelli dedicati al design. Libri, ma non solo.

ADI Design Museum

A sancire il ruolo da protagonista di Electa nel design la partnership con il nuovo ADI Design Museum per la gestione del bookshop, l’ideazione e pubblicazione di libri e cataloghi e molte altre iniziative.

Leggi anche: cosa rende speciale l'ADI Design Museum

Da questa sinergia è nato Officina Design, un laboratorio di idee e attività, che comprende collane editoriali, progetti di merchandising, ma anche eventi e letture legati alla produzione e alla creatività, all’industria e alla sostenibilità. Il progetto del bookshop e del caffè accanto, realizzati interamente in rame, materiale antibatterico e facilmente riciclabile, è stato curato da Marco Ferreri che ha allestito gli spazi con arredi uguali fra loro, definiti nelle loro funzioni soltanto dagli oggetti che espongono.

 

La collaborazione con ADI - Associazione per il Disegno Industriale comprende due volumi usciti di recente, tra cui quello dedicato alla mostra Take Your Seat/Prendi posizione esposta a settembre al Supersalone in quattro padiglioni della Fiera, con una sezione extra all’interno dell’ADI Design Museum.

Leggi anche il FuoriSalone in Brera e dintorni

Racchiudendo quasi settant’anni di storia del design e di stretta collaborazione tra ADI, Salone del Mobile.Milano e FederlegnoArredo, il volume, attraverso 30 sedie vincitrici del Compasso d’Oro e oltre 100 Menzioni d’Onore, racconta la sapienza progettuale, la competenza tecnica e la creatività ispirata che contraddistinguono il made in Italy. 

Leggi anche: Manifesto alla carriera: il design in dieci parole

Trentatrépiccole storie di design è invece il libro che restituisce l’autobiografia in forma di oggetti di Luciano Galimberti, presidente di ADI, che sceglie di raccontarli attraverso le esperienze, i ricordi, le emozioni, le memorie letterarie che attivano in lui.

Leggi anche i podcast che danno voce al design

 

 

Triennale Milano

Un altro rapporto consolidato è quello la Triennale per la quale Electa di recente ha pubblicato il catalogo della collezione permanente del Museo del Design Italiano di Triennale Milano. Il volume accompagna il rinnovamento del museo, presentato a luglio 2021, in cui è esposta una selezione di oggetti iconici dal 1946 al 1981 (tra i 1.600 del museo), un arco temporale considerato dalla critica tra i più importanti della storia del design italiano.

Leggi anche: il Museo del Design Italiano della Triennale è diventato un museo parlante

Electa ha inoltre pubblicato il volume che accompagna la mostra Carlo Mollino. Allusioni Iperformali (inaugurata in occasione del FuoriSalone e in corso fino al 7 novembre 2021)che rende omaggio a una figura fondamentale nell’ambito del design e dell’architettura del Novecento.

Leggi anche: il FuoriSalone 2021 alla Triennale

Disegni e schizzi 

Infine, un inedito approfondimento sulla progettualità di un architetto restituito da un piccolo ma brillante corpus di disegni e schizzi.

È Sketches maps sceneries, il nuovo volume di Electa che presenta una selezione di disegni realizzati nel corso degli anni da Ico Migliore, co-founder con Mara Servetto dello studio Migliore+Servetto Architects, suddivisi tra schizzi, mappe e scenari, che ricostruiscono il suo processo creativo, dalla sfera concettuale alla concretezza della rappresentazione grafica sulla carta, dove tutti i progetti prendono forma.

Leggi anche: colorati ‘tappeti urbani’ disegnati da Migliore + Servetto Architects in Corea del Sud

Numerosi i temi affrontati che si intrecciano con la vita professionale e privata dell’architetto: dall’importanza del disegno, visto come uno strumento imprescindibile di sintesi del pensiero creativo, alla centralità della figura umana, presenza costante nel corpus dei lavori; dalla ricerca della luce fino al rapporto tra testo e immagine, in cui il valore della parola scritta, sotto forma di note personali, commenti e citazioni a corredo del disegno, si fa parte integrante e strumento ‘narrativo’.

Il volume, in doppia lingua italiano e inglese, è stato presentato in occasione del FuoriSalone 2021, all’interno del negozio di Muji in Corso Buenos Aires 36, contestualmente a una speciale installazione che occupava il piano terra.