La sostenibilità in Ferrarelle è un impegno naturale. Nell'ottica di guardare al futuro e rendere sempre più sostenibile l’impatto aziendale, Ferrarelle ha scelto nel 2021 di diventare una Benefit Company

Da sempre Ferrarelle conosce, gestisce e tutela una risorsa naturale: l'acqua. Un impegno che va oltre l’acqua, oltre la protezione delle risorse naturali, che si concretizza nella terza edizione del Bilancio di Sostenibilità dell’azienda, il primo con realtà aumentata. Ferrarelle che, dal 2021 ha scelto di diventare Benefit Company, ha infatti individuato nel tempo gli aspetti più rilevanti della sostenibilità ambientale, sociale ed economica, condividendoli con i propri stakeholder e accrescendo la cultura della responsabilità sociale d’impresa. Ne deriva che il rispetto dell’ambiente è sempre stato una priorità, un impegno concreto che si è esplicitato in una serie di azioni concrete dal riciclo delle bottiglie in PET per generarne di nuove fino alla gestione consapevole di energia, consumi e risorse.

Una indagine 2020 su sostenibilità e preoccupazioni ambientali #whocareswhodoes realizzata da GfK, ha premiato Ferrarelle come brand più sostenibile del mercato delle acque minerali secondo i consumatori. Un riconoscimento per un'azienda che si impegna, giorno dopo giorno, per un mondo a impatto -1, dove ognuno ricicla più di quello che consuma. Del resto, il 62% dei consumatori italiani predilige l’acquisto di prodotti realizzati da aziende che dimostrano attenzione all’ambiente.

In questa direzione si sta muovendo Ferrarelle, prima azienda italiana del settore alimentari ad aver realizzato uno stabilimento dedicato al riciclo del PET. All'interno dell’impianto di Presenzano (Caserta), vengono prodotte e rimesse in commercio bottiglie nuove 100% riciclabili, costituite al 50% da R-PET (PET riciclato direttamente dall’azienda). Grazie a questo impianto, inaugurato nel 2019 e frutto di un investimento da 27 milioni di euro, Ferrarelle ha già tolto all’ambiente 20.000 tonnellate di plastica e sta producendo le sue bottiglie in R-PET (PET riciclato direttamente dall’azienda) nei formati da 1,5 litri e 50 cl.

Un pack, ancora più sostenibile e 100% riciclabile, per racchiudere la famosa effervescente naturale, che unisce al gusto inconfondibile il benessere derivante dalla ricchezza di minerali. Da novembre scorso, sono state disponibili fino a esaurimento scorte, anche le nuove bottigliette da 50 cl e da 25 cl in una limited edition realizzata grazie al concorso Disegniamo un mondo ad impatto-1 lanciato da Ferrarelle nel corso del 2020, che invitava i più piccoli a rappresentare un mondo sostenibile attraverso un disegno.

Per il 2021, sempre con il contributo dei Me Contro Te, ha preso avvio a febbraio A scuola di riciclo: impatto-1. Un progetto dedicato alle scuole di tutta Italia, per sensibilizzare i più piccoli coinvolgendo gli studenti delle scuole Primarie e le loro famiglie con attività e giochi digitali e un contest dedicato al riciclo, che darà la possibilità di vincere importanti premi. Oltre 1.000 scuole coinvolte per un totale di 5.000 classi e oltre 110.000 famiglie su tutto il territorio nazionale per insegnare che la sostenibilità ambientale e la costruzione di un mondo migliore per le generazioni future devono rappresentare la priorità. Ogni classe iscritta al progetto ha ricevuto un kit digitale, contenente schede didattiche e video interattivi realizzati insieme alla coppia influencer dei Me contro Te, per accompagnare i piccoli protagonisti durante le attività in aula e nella comunicazione tra scuola e famiglia. Il progetto è destinato a evolversi con ulteriori iniziative sul territorio, che coinvolgeranno ancora più da vicino i bambini delle scuole primarie prima della pausa estiva.

Per maggiori dettagli è possibile collegarsi al sito https://www.ferrarelleprogettoscuola.it/