In un’intervista approfondita, Enea Lionello racconta a INTERNI cos’è e cosa aspettarsi dalla skincare tropicale, filosofia su cui si basano i prodotti e gli experience store Guapa

Il giovane brand di skincare tropicale Guapa, porta all’attenzione di tutti – compresi coloro che dispongono di poco tempo e chi non è avvezzo alla beauty routine – l’importanza di dedicare del tempo alla propria pelle.

Con la declinazione tipicamente energica e allo stesso tempo avvolgente della parte del mondo in cui la natura la fa da padrone, Guapa si fa portavoce di uno stile di bellezza, interiore ed esteriore.

Pochi minuti (3 al giorno), semplici step da seguire (detersione, espoliazione, idratazione) e un tempo minimo per notare i risultati (soli 3 mesi).

Il fondatore Enea Lionello ci spiega tutto sulla skincare tropicale, compreso di cosa si tratta quando si parla della 'regola del 3'.

Come è nato il brand Guapa?

Desideravamo creare qualcosa di unico, che si distinguesse dal classico mood (non solo cromatico) bianco lucido dei centri estetici. La nostra anima è pop e volevamo che emergesse esattamente questo. Quando abbiamo iniziato a dare forma alle idee creando un primo store, ci sopraggiungevano stimoli quali: "E se ci mettessimo anche un’altalena?".

Così è nato il format tropical; abbiamo poi individuato il nome partendo dalla sensazione che volevamo lasciare alle clienti, una volta state da noi. La risposta è arrivata immediata: Belle! Non esclusivamente sul fronte estetico. Ma anche sentirsi in ordine e quindi meglio! Ecco perchè Guapa.

Anche dal punto di vista del servizio volevamo essere tutt’altro rispetto al classico centro estetico: gran parte dei professionisti attivi offre decine di servizi, noi abbiamo deciso di focalizzarci e sceglierne pochi ma di ottima qualità.

Riteniamo che per essere davvero competenti sia necessario approfondire: proponiamo quindi solo cera brasiliana, per l’epilazione, e trattamenti per il viso (compresa la dermopigmentazione).

In cosa consiste la Skincare Tropicale?

Skincare Tropicale è: praticità, prendersi cura di sé, 3 minuti di tempo, un momento di piacere, evasione, profumi e texture, esperienza sensoriale. Si tratta di un rituale skincare della durata massima di 3 minuti, da eseguire mattina e sera, con l’utilizzo di soli 3 prodotti al giorno, individuati in funzione del tipo di pelle e delle abitudini, oltre che delle diverse esigenze stagionali di chi la pratica.

Una volta a settimana poi, durante il giorno off, si consiglia di dedicare 30 minuti a se stesse e di eseguire una skincare più completa, che preveda qualche passaggio in più (6 in totale).

Infine vi è la tappa nel centro estetico 1 volta al mese, che lavorerà in profondità con trattamenti avanzati e specifici, completando perfettamente la nostra skincare quotidiana. Non solo si tratterà di qualcosa di 'tecnico' ma sarà estremamente rilassante e sarà quell’ora al mese che rigenererà corpo e mente.

In totale, è sufficiente poco più di 1 ora a settimana per far stare bene la pelle con la Skincare Tropicale.

C’è quindi un numero ricorrente: il 3. Perché?

Perché forse chi dice che 3 è il numero perfetto ha ragione: 3 è un numero facile da ricordare, un numero piccolo che ricorre spesso nelle nostre vite. Un bel numero, su cui costruire una buona skincare.

Riassumendo la Skincare Tropicale prevede:

  • 3 step necessari per le diverse proposte di skincare
  • 3 minuti da dedicare al rituale ogni mattina ed ogni sera (sì, vanno cronometrati!)
  • 3 tipi di pelle (secca, normale, grassa)
  • 3 stagioni “della pelle” sono 3: calda, fredda e intermedia
  • 3 azioni fondamentali da non trascurare mai: detergere, esfoliare, idratare
  • 3 mesi in cui vedrai la tua pelle cambiare (probabilmente anche prima ma meglio stare larghi)

Negli store cosa si trova?

In store si vive l’esperienza all’insegna dell’accoglienza e della serenità.

Anche gli spazi sono pensati proprio per mettere a proprio agio chiunque vi entri. Le cabine (soprattutto nel nuovo store di Via Negroli 40) sono studiate per coccolare tutti i sensi: i lettini riscaldati con cromoterapia, gli ambienti dai toni caldi e morbidi, la profumazione che cambia a seconda della stagione e naturalmente musica, tisane e dolcetti.

E i prodotti?

Nascono dall’esigenza di semplificare, di avere a disposizione prodotti facili da utilizzare anche per chi non è così avvezza alla skincare. Siamo convinti che il momento dedicato alla bellezza del proprio corpo debba essere semplice, piacevole e appagante. Anche in questo caso, abbiamo preferito non accontentarci.

Abbiamo voluto sin da subito conoscere la fonte dei nostri prodotti, scoprire come funzionano davvero i processi e poter portare quel sapere direttamente sperimentato alle nostre clienti.

Dopo un’accurata ricerca abbiamo trovato fornitori che ci rispecchiassero: hanno messo a disposizione la loro competenza, aprendoci le porte delle loro aziende per lasciare che la nostra curiosità trovasse risposta.

Siamo andati quindi a conoscere tutte le aziende con cui collaboriamo direttamente in sede, la maggior parte si trovano nel centro e al sud Italia. Sarebbe stato forse più facile affidarsi ad una grossa casa produttrice di tecnologie e prodotti, come anche adeguarsi alle dinamiche di fornitura tipiche dei centri estetici, invece come nostro solito, abbiamo preferito approfondire.

I prodotti assumono nomi evocativi di città del sudamerica, profumazioni che fanno viaggiare con la mente e texture che creano dipendenza fino ad arrivare ai packaging, tutto fuorché 'classici'. Diciamo che messi a scaffale non passano inosservati.

Ponete quindi una particolare attenzione nei confronti degli ingredienti?

Sì, come dicevo, dopo mesi di ricerca e selezione di laboratori che rispondessero al nostro modo di intendere i cosmetici abbiamo trovato chi, completamente in Italia, producesse per noi con alte percentuali di concentrazione degli attivi e formulazioni quanto più naturali possibili.

Ci racconta qualcosa del nuovo store?

Con il secondo Tropical Beauty Center ci avviciniamo più a una Spa che a un centro estetico, un ambiente accogliente ma informale, dove il 'lei' spesso lascia spazio al 'tu'.

Il nuovo store è progettato e pensato per migliorare i punti forti del primo store (che resterà aperto e sempre operativo) aggiungendo esperienze nel pre, durante e post trattamento.

Ne è un esempio la nuova parete con postazione selfie professionale, dove immortalare il momento in negozio (magari post trattamento) da portare poi con sé in versione Polaroid!