Atlas Concorde quest’anno celebra il decimo anno della collezione effetto marmo Marvel, e amplia i propri orizzonti su temi come ricerca, internazionalizzazione e sostenibilità

Un anno speciale per Atlas Concorde. La storica azienda di Fiorano Modenese leader nella produzione di superfici ceramiche, quest’anno infatti ha celebrato i dieci anni di Marvel, la collezione di successo ispirata all’effetto marmo.

I compleanni si sa, si segnano con degli avvenimenti particolari, così l’azienda per l’occasione ha presentato 3 collezioni celebrative: Marvel Gala, l’effetto marmo dai colori intensi, Marvel Travertine, l’effetto travertino realizzato in collaborazione con HBA e Marvel X, l’effetto marmo dai toni bianchi e grigi.

Il materiale ceramico diventa estremamente sofisticato grazie al design innovativo e a certi cromatismi che ricordano pietre naturali dai colori intensi.

L’interesse per i mercati internazionali ha inoltre portato Atlas Concorde a una nuova collaborazione: si tratta di Hirsch Bedner Associates (HBA), noto studio leader nel settore della progettazione di hotel e resort di lusso, con più di 24 sedi a livello globale.

A loro firma Marvel Travertine la collezione che si ispira al travertino il marmo utilizzato a Roma sin dall’antichità e che ha contribuito a segnare la bellezza della Città Eterna.

HBA e Atlas Concorde hanno reinterpretato la bella pietra italiana con prestazioni che tengono conto delle diverse richieste del mercato, soprattutto in ambito contract.

Spostandoci a Milano, da Atlas Concorde Studio Milano in via San Marco 12, le qualità del marmo e le possibili declinazioni in ambito ceramico sono state argomento di discussione dell’incontro “La Bellezza come Paradigma”.

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE DELL'INCONTRO

L’appuntamento organizzato lo scorso ottobre in partnership con Interni ha avuto come ospiti l’architetto Francesco Fresa Co-founder di Piuarch, lo studio milanese noto per la sua vocazione green e per le sue importanti collaborazioni con il mondo della moda (Gucci, Dolce & Gabbana e Fendi di cui ha appena terminato l’head quarter) e il designer Raffaello Galiotto, che da molti anni collabora come progettista con importanti aziende del settore lapideo organizzando anche mostre ed eventi culturali per le più importanti manifestazioni di settore.

Fresa ha sottolineato il valore del marmo applicato nei suoi progetti e l’importanza del materiale ceramico come risorsa indispensabile in architettura grazie alle sue caratteristiche di alta performatività e sostenibilità.

Galiotto invece si è concentrato sulle qualità intrinseche della pietra, dei suoi valori della sua straordinaria bellezza.

Entrambi hanno evidenziato l’importanza di capire tempi e necessità nell’utilizzo dei due materiali sollecitando un continuo aggiornamento nell’ambito della ricerca di nuove espressività in ambito ceramico (Fresa) e l’utilizzo di nuove tecnologie per la lavorazione per entrambi i materiali (Galiotto).

 

Foto di copertina: Francesco Fresa, co-founder di PIUARCH, e Raffaello Galiotto, designer, nello showroom Aylas Concorde Studio Milano come ospiti del talk a cura di Interni, moderato da Patrizia Catalano. Tutte le immagini: ph Saverio Lombardi Vallauri