Un ricco programma di mostre, dibattiti e workshop, tra Manhattan e Brooklyn, caratterizza la nuova edizione della piattaforma dedicata alla promozione del design a New York.

In contemporanea con NycXDesign, va in scena Wanted Design 2016, piattaforma fondata nel 2011 da Odile Hainaut e Claire Pijoulat per la promozione, attraverso dibattiti ed eventi, della cultura del progetto newyorkese.

Tra le tante iniziative, Designer Maker Entrepeneur è una selezione dei migliori lavori realizzati da alcuni studi di progettazione indipendenti made in Usa; American Design Honors, è invece il premio dedicato ai giovani talenti americani che hanno dimostrato creatività e capacità imprenditoriali, e che quest’anno viene assegnato a Steven Haulenbeek, designer titolare di uno studio interdisciplinare con base a Chicago.

Industry City Makers promuove gli imprenditori locali e i talenti creativi. La mostra seleziona i migliori produttori e designer che portano idee e contributi alla vita di tutti i giorni nel quartiere di Brooklyn: dai mobili all’illuminazione, ai gioielli, al cibo.

Design Schools Workshop è un laboratorio dedicato a declinare il tema del Playfulness durante il quale studenti di diverse scuole saranno chiamati a combinare il pensare col fare, sperimentare con diversi materiali e sviluppare progetti concreti

Area dedicata alle piccole aziende e all’esposizione dei concept di designer indipendenti in cerca di produttori, Launch Pad si spira al Salone Satellite milanese, mentre Conversation Series, è una tre giorni di dibattiti sui temi quali Design e Scienza, Design e Identità e Il futuro del fare.

L’edizione 2016 di Wanted Design può contare su aziende espositrici importanti come Alessi, Alpi, Bernhardt Design, Cappellini, David Trubridge, Ercol, Horm.it.