Imprenditrice, donna, artista ha ribaltato il concetto di metalmeccanica abbinandolo a mondi solo apparentemente lontani tra loro. Recentemente ha inaugurato ad Arona "Fanny Art", concept store in cui i trucioli danno vita a nuove forme creative

“E la meccanica incontrerà la moda, l’arte e il desiderio, ma prima di tutto incontrerà il vostro cuore trasformandolo in un vortice passionale di trucioli vaganti o semplicemente nel più splendente degli acciai…”, è il manifesto programmatico di Silvia Fanny.

Un truciolo bollente...

Torinese, da sempre attratta da arte, sport, cinema, danza, scrittura, Silvia Fanny nel 1991 durante una visita a un’azienda di costruzioni meccaniche, si aggira con curiosità tra i “mostri” meccanici che la popolano quando un truciolo bollente, volteggiando, si adagia sulla sua mano lasciandole un segno indelebile. In quel momento, nasce in lei la profonda passione per il truciolo, tanto che studierà l’esatta frazione di secondo in cui quella striscia di piccolissimo spessore, spesso arricciata, si fa tale, staccandosi e prendendo vita.

Ribaltare, abbinare, mescolare, creare

Se il truciolo rappresenta l’ispirazione di fondo, è nella lavorazione del metallo che Silvia Fanny ritrova se stessa: una parte analitica, logica e matematica come il particolare lavorato a disegno, e una creativa, imprevedibile, acuta e tagliente come il truciolo. Nell’artista si agita un vortice passionale di trucioli che dà vita a nuove forme creative che la ispirano a realizzare la sua imprevedibile forma d’arte: un’idea, un’opera, una frase, un progetto, una nuova creazione.

Il nuovo concept store Fanny Art

Oggi, Silvia Fanny inaugura il suo primo concept storeFanny Art”, progetto dalle ambizioni internazionali che ha come base di partenza Arona sulle sponde del lago Maggiore. Istinto e creatività per un mondo in continua evoluzione, che passa con disinvoltura dall’home design alla moda, per giungere a opere d’arte uniche ed esclusive: il truciolo ritorna e rappresenta l’ispirazione di fondo di ogni creazione e la lavorazione del metallo la sua filosofia: acuta, tagliente e struggente.

Bellezza, filosofia e funzionalità

Arte, cultura, visione e percezione sono gli elementi fondamentali presenti in quattro progetti recentemente presentati da Silvia Fanny: Cuore, Tennis, Polpo e Sole, come singola rappresentazione oppure mixati tra loro. Il nuovo concept store si propone di aprirsi a un pubblico più ampio dove la bellezza e la filosofia si fondono con la funzionalità.

Maestria e artigianalità

In Corso Cavour 107, il concept store di Silvia Fanny accoglierà amanti dell’arte e appassionati di design alla ricerca di pezzi unici. Una visione unica e preziosa, per chi ama oggetti nati da maestria e artigianalità dell’eccellenza del made in Italy.