Milano si prepara ad accogliere la prima edizione di Milano Graphic Festival, rinviato di un mese a causa delle restrizioni sanitare da Covid-19

Dal 25 al 27 marzo arriva a Milano la prima edizione del Milano Graphic Festival, una manifestazione diffusa completamente dedicata all’arte grafica e alla comunicazione visiva.

A cura di Francesco Dondina, Milano Graphic Festival è un ‘progetto di sistema’ ideato da SIGNS e h+ che pone al centro il graphic design, inteso come forma espressiva sempre più presente nella vita di tutti i giorni.

A preannunciare la manifestazione, è recentemente apparso in via Varesina 162 - Certosa District un coloratissimo murales dal titolo “Quando la città cambia tu guarda i suoi colori”. L’opera, diventata in breve tempo un simbolo di rigenerazione e creatività, è lunga oltre 57 metri ed è stata realizzata su progetto dello studio grafico CamuffoLab.

La città a misura di festival

Milano Graphic Festival si svolge in tre giornate e una moltitudine di (ben selezionate) location in città. A fare da collante ci sono due hub principali che sono anche i punti di riferimento sul territorio in materia di innovazione e sperimentazione: BASE Milano e Certosa Graphic Village, ognuna con un ruolo ben preciso.

Le più importanti istituzioni cittadine ospiteranno invece il fitto calendario di mostre, workshop, talk, lecture, studio visit e installazioni. Tra queste: ADI Design Museum Compasso d’Oro, Triennale Milano, Castello Sforzesco, Società Umanitaria, MUBA – Museo dei Bambini Milano, Casa degli Artisti.

Negli spazi di BASE Milano, SIGNS - l’osservatorio permanente sul visual design che coinvolge oltre 100 progettisti e studi grafici italiani - presenterà la mostra SIGNS II. Grafica Italiana Contemporanea, secondo capitolo dell’omonima esposizione tenutasi sempre all’ex Ansaldo a fine 2016, che intende mostrare come lo stato della grafica e del design della comunicazione italiana goda di ottima salute, sulla scia della tradizione ma sempre capace di rinnovarsi e confrontarsi con il panorama internazionale.

Il Certosa Graphic Village sarà invece uno spazio performativo temporaneo di 3.000 mq dedicato alla creatività contemporanea dove, con la mostra Generazione YZ, i designer under-30 potranno lavorare a un progetto speciale di grafica urbana. Qui si terranno la prima assemblea degli stati generali delle scuole di visual design italiane a cura di Franco Achilli e alcune mostre sui maestri del visual design.

Parola d'ordine contaminazione

Milano Graphic Festival è aperto a tutti, non solo gli esperti e professionisti di settore. L’ampio pubblico atteso, dal visitatore curioso all’appassionato, potrà immergersi in un'atmosfera stimolante guidata, sempre, da scambio, discussione e scoperta a proposito del mondo della comunicazione visiva.

In particolare, il Certosa Graphic Village sarà il luogo dedicato agli incontri, alle esperienze e alla ricerca: talk con designer italiani e internazionali, project room, lecture tematiche, performance e workshop saranno dedicati a professionisti, studenti e persone di ogni età che amano il visual design.

Informazioni utili

Milano Graphic Festival di svolge dal 25 al 27 marzo 2022, a Milano, tra differenti sedi diffuse in tutta la città metropolitana.

Gli Hub principali sono:

  • Certosa Graphic Village - via Giovanni da Udine 45;
  • BASE Milano - via Bergognone 34.