Lumas ospita in anteprima nazionale le fotografie scattate in Italia dall’artista Sabine Wild, che dopo aver fotografato le principali metropoli europee e mondiali, si è dedicata all’esplorazione fotografica delle città italiane viaggiando sul territorio e immortalando Milano e Roma.

Sabine Wild è nata in Italia ma cresciuta e vissuta in Germania e ha dedicato la sua carriera al racconto delle metropoli contemporanee europee, americane ed asiatiche, caratterizzando i suggestivi skyline con la sua inequivocabile cifra stilistica.

I suoi scatti, molto vicini all’arte contemporanea, sono immagini architettoniche composte da luci e strutture in cui il mondo si trasforma in linee orizzontali e verticali, nella cui intermittenza risiede tutta la forza evocativa della sua poetica.

Le fotografie mettono in dialogo i monumenti del passato con le architetture avveniristiche del presente ponendosi all’incrocio tra pittura gestuale e fotografia artistica e trasformando le vedute urbane in strutture di linee, luce e colori.

Così i monumenti storici delle città italiane come il Duomo di Milano e l’Altare della Patria di Roma, si affiancano alle architetture del nostro tempo quali il Bosco Verticale di Stefano Boeri e il MAXXI progettato da Zaha Hadid, trasformandoli in nuove icone contemporanee.